Malavitosi, convertitevi: Il Signore vi aspetta e la Chiesa vi accoglie

Malavitosi, convertitevi Il Signore vi aspetta e la Chiesa vi accoglie

Papa Francesco, incontrando oggi un gruppo di fedeli della Diocesi di Cassano all’Jonio, ha ricordato il proprio viaggio pastorale in Calabria ribadendo il proprio invito ai malavitosi alla conversione: “Gesù non invitava a pranzo i demoni, li cacciava via perché erano il male” ha detto, sottolineando che si deve fare una scelta decisa “O Gesù o il male!“. Il pentimento e la redenzione sono sempre possibili, anche per chi nel passato ha scelto di servire il male: la Chiesa è pronta ad accogliere i malavitosi purché esprimano una volontà chiara e pubblica di servire il bene.

Chi ama Gesù, chi ne ascolta e accoglie la Parola e chi vive in maniera sincera la risposta alla chiamata del Signore non può in nessun modo darsi alle opere del male” ha espresso il Santo Padre precisando che “non si può dirsi cristiani e violare la dignità delle persone“.

Al cristiano è preclusa ogni forma di violenza, sia essa contro altre persone o contro l’ambiente: da questo ne discende che non è in comunione con la Chiesa chi programma o consuma “gesti di violenza contro gli altri e contro l’ambiente“.

Di conseguenza, ha ulteriormente ribadito il Vescovo di Roma “i gesti esteriori di religiosità non accompagnati da vera e pubblica conversione non bastano per considerarsi in comunione con Cristo e con la sua Chiesa“. E non solo, proseguendo ha aggiunto: “i gesti esteriori di religiosità non bastano per accreditare come credenti quanti, con la cattiveria e l’arroganza tipica dei malavitosi, fanno dell’illegalità il loro stile di vita“.

A quanti hanno scelto la via del male e sono affiliati a organizzazioni malavitose rinnovo il pressante invito alla conversione” ha quindi concluso Papa Francesco: “Aprite il vostro cuore al Signore! Aprite il vostro cuore al Signore!” – è stato l’appello di Bergoglio – “Il Signore vi aspetta e la Chiesa vi accoglie se, come pubblica è stata la vostra scelta di servire il male, chiara e pubblica sarà anche la vostra volontà di servire il bene“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

5 Commenti

BARBARA BETTAZZI il 23 Febbraio 2015 alle 5:17 pm.

CHI HA SCELTO LA STRADA SBAGLIATA PUO’ SEMPRE REDIMERSI ED ESSERE ACCOLTO DALLA BENEVOLENZA DI DI. TORNATE DA GESU’ ” IL CRISTO”…COME DICE PAPA FRANCESCO!!!!!!!!, E’ SOLTANTO CHI ADORA IL MALE CHE NON FA PIU’ PARTE DELLE CREATURE DI DIO…, MA CHI HA SBAGLIATO STRADA PUO’ ANCORA TORNARE A DIO……, E’ TEMPO DI REDENZIONE…, GUARDATE QUANTI MARTIRI INNOCENTI…..VITTIME DI QUESTO TEMPO DIFFICILE……., PREGATE….!!!!AMEN ALLE PAROLE DI PAPA FRANCESCO !!

Rispondi

yesenia il 22 Febbraio 2015 alle 7:04 pm.

Please save our church in white plain ny Montecarmelo

Rispondi

Marilena il 22 Febbraio 2015 alle 7:03 am.

Il nostro Dio ogni giorno ci istruisce con la sua parola, grande e’ la sua maestà divina e dolci come il miele sono i suoi insegnamenti.

“laceratevi il cuore non le vesti, ritornate al Signore vostro Dio, perche’ egli e’ misericordioso e benigno, tardo all’ira e ricco di benevolenza”.

“Figlio hai peccato? Non farlo piu’ e prega per le colpe passate. Come alla vista del serpente fuggi il peccato:se ti avvicini ti morderà . Ogni trasgressione e’ una spada a doppio taglio: non c’e rimedio per la sua ferita. Chi osserva la legge domina il suo istinto, il risultato del timore del Signore e’ la sapienza.

“Gustate quanto e’ buono il Signore; beato l’uomo che in lui si rifugia.
Grazie Santo Padre per le Sue riflessioni, che Dio Padre la protegga e guidi i suoi passi nella lotta contro il male. La Nostra Madre Celeste sia vicino a Lei per sostenerla e aiutarla a scuotere le coscienze, il suo manto sia come mantello che la protegga dalle intemperie del viaggio santo verso la redenzione dei popoli.

Buona Giornata all’insegna dell’amore e della pace.

Rispondi

Giulio Stoico il 21 Febbraio 2015 alle 5:47 pm.

Il papa oggi invita tutti ad una vera conversione

cambio di vita, cioè vivere onestamente, rispetto della legalità, del rispetto della vita e della dignità del prossimo.

Gesù accoglie tutti come il padre buono del figliol prodigo, quando comprende il male fatto ad altri, con abusi ed angherie di ogni genere.

Gesù è l’unico medico che sana le ferite di coloro, che chiedono con il cuore perdoni per tutti mali che ha fatto, e quindi cambia il suo
male, cancellandolo e operandolo come fa un medico per uno che ha un cancro, da cui è stato cguarito.

Rispondi

Rosa Dalmiglio il 21 Febbraio 2015 alle 5:29 pm.

la chiesa accoglie se siete pentiti,
un pentimento pubblico di cambiamento che coinvolge tutti, in Cina in questi giorni sul display di una Stazione Ferroviaria si leggevano i nomi e cognomi di persone corrotte al posto degli orari dei treni
tutti i capi, religiosi o laici devono usare la comunicazione etica

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.