National Geographic dedica la copertina a Papa Francesco

National Geographic dedica la copertina a Papa Francesco

Fu Time, nel 2013, a dedicare a Papa Francesco la copertina assieme alla nomina a personaggio dell’anno: a distanza di due anni, ora National Geographic, il mensile specializzato nelle questioni legate all’ambiente e all’ecologia, dedica la prima pagina a Papa Francisco.

L’edizione di Agosto 2015 del National Geographic, infatti, avrà quale titolo di copertina: “Il Papa cambierà il Vaticano o il Vaticano cambierà il Papa?”.

La rivista offrirà ai propri lettori un ampio reportage sul primo Papa latino, integrato da un commento realizzato dal giornalista Robert Draper, nel quale ipotizza una contrapposizione tra il Papa argentino e parte della Chiesa Cattolica.

Il reportage, arricchito dalle immagini di Dave Yoder, uscirà insieme al libro “Papa Francesco e il nuovo Vaticano”, scritto dal medesimo giornalista Robert Draper.

Il fotografo del National Geographic, Yoder, inoltre, ha trascorso circa sei mesi sulle orme del Papa, indagando sia a Roma che nel Vaticano, mentre Draper, per realizzare il proprio reportage, ha trascorso un mese a Roma a parlare con i funzionari del Vaticano e altre tre settimane in Argentina a parlare con gli amici di Bergoglio.

L’articolo mette in luce alcuni punti della personalità di Papa Bergoglio, in particolare la sua scelta di uno stile di vita umile, che si tramuta in gesti quotidiani come il non usare auto di lusso e il vivere in una camera a Casa Santa Marta al posto che nell’appartamento papale del palazzo apostolico.

Vedremo nei prossimi giorni se anche il Vaticano commenterà la pubblicazione: del resto non è la prima volta che Francesco è sulla copertina di una rivista.

Come abbiamo ricordato in apertura, nel 2013 fu eletto uomo dell’anno da “Time”: in quell’occasione il portavoce vaticano, padre Federico Lombardii, disse che non era sorpreso dalla decisione di “prendere in considerazione la risonanza e l’attenzione suscitata dall’elezione di Papa Francesco e dall’inizio del nuovo pontificato.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

7 Commenti

nunzia il 2 Agosto 2015 alle 12:41 am.

Hola Papa Francisco, quiero conocerte y hablar contigo, si se puede
Me gustaria que leyeras estas lineas
Saludos y cuidate la salud….

Rispondi

teodora il 30 Luglio 2015 alle 2:34 am.

Dio ci liberi dal Male. che è diventato smisurato, irrefrenabile e dominante.
Le coscienze umane non sanno svincolarsene e cagionano sofferenza.
Intervenga Dio a porre freno e rimedio, dove i limiti di coscienza e i letarghi stagnanti d’immoralità umana sono inamovibili, procurando iniqua, insostenibile sofferenza alle vittime di queste loro insane ed insanabili tipicità.

Rispondi

Nella il 29 Luglio 2015 alle 7:27 pm.

Papa Francesco continua cosi ,grande pastore mandato da Dio che l’esempio che dai possa illuminare tutta la Chiesa e i suoi consacrati.Un abbraccio con tantissimo affetto:sempre nelle mie preghiere ti ricordo, Dio ti protegga.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 29 Luglio 2015 alle 5:47 pm.

Preghiamo che papa Francesco cambi il vaticano e non viceversa, ma cresciamo anche noi nelle nostre responsabilita’, finiamo di “giocare”, giocando giocando ci stiamo autodistruggando e distruggendo quanto e’ attorno a noi. Ivana Barbonetti.

Rispondi

Franco il 29 Luglio 2015 alle 7:23 pm.

“Si cara Ivana, ma credi che quello é pur sempre il male minore il vaticano infatti, come tu lo chiami, non é la Chiesa che poi siamo noi come unione di credenti quindi dici bene aggiungendo la postilla che in quanto tali dobbiamo imparare a prendere sul serio, tremendamente sul serio la nostra Fede e non giocarci come se fosse un optional”

Rispondi

Ivana Barbonetti il 30 Luglio 2015 alle 2:57 pm.

Franco, leggi bene prima di rispondere, 2 riga; Agosto 215 National Geographic il titolo di copertina e’; il papa cambiera’ il vaticano o il vaticano cambiera’ il papa?——–il vaticano e’ il centro della chiesa, da li partono le direttive, i cambiamenti, se nel percorso la “creativita’” degli italiani la travisa, con il “giocare”, non arriva o arriva “corretta. Per questo stiamo come stiamo, male. Ivana Barbonetti

Rispondi

Franco Masini il 29 Luglio 2015 alle 8:04 am.

“Grande umile Papa, l’attuale nostro Pontefice che sta restaurando quella fede in Cirsto, umile fra gli umili, che si era attenuata. Eppure Dio solo sa se non ce n’é bisogno!”

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.