Papa Francesco: la preghiera avvicina alla sofferenza degli altri

papa_francesco 3Oggi Papa Francesco durante l’omelia alla Casa di Santa Marta si è soffermato sull’importanza della preghiera. Pregare è la pratica più umana che esista, è la più sacra manifestazione della nostra umanità. L’atto più naturale che avviene dentro un essere umano. Pregare è, infatti, da sempre l’azione più spontanea che compie una persona . Papa Francesco ha detto che la vera preghiera fa uscire il cristiano da sè stesso e lo avvicina ai più bisognosi, lo avvicina alla sofferenza altrui. Tante volte, ha proseguito il Pontefice, ci si annoia nella preghiera e si dimentica il senso. Molto spesso, infatti, si prega per ciò che si desidera o per qualche sofferenza, dimenticandosi degli altri ma soprattutto dimenticando il senso più profondo della preghiera cristiana: “l’intercessione di Gesù, che davanti al Padre gli fa vedere le sue piaghe”. E ha proseguito: “La preghiera verso il Padre in nome di Gesù ci fa uscire da noi stessi; la preghiera che ci annoia è sempre dentro noi stessi, come un pensiero che va e viene. Ma la vera preghiera è uscire da noi stessi verso il Padre in nome di Gesù, è un esodo da noi stessi”. Riuscire ad uscire da sè stessi per andare incontro agli altri, significa andare incontro  a Gesù. Il Papa ha così aggiunto che bisogna ritrovare e riscoprire allo stesso tempo un nuovo modo di pregare: “Questo è il nuovo modo di pregare: con la fiducia, il coraggio che ci dà sapere che Gesù è davanti al Padre facendogli vedere le sue piaghe, ma anche con l’umiltà di quelli che vanno a conoscere, a trovare le piaghe di Gesù nei suoi fratelli bisognosi” che  “portano ancora la Croce e ancora non hanno vinto, come ha vinto Gesù”. Il Papa ha concluso con la parola vittoria, pregando in questo modo si vince nella vita per sè stessi,  per gli altri ma soprattutto per Gesù.

Share Button

1 Commento

viviano il 21 Giugno 2013 alle 10:26 am.

Dopo tanti anni mi sono riavvicinato alla Fede, grazie a Francesco, che piu’ che Papa vorrei chiamare Papa’, e’ veramente il nostro Padre terreno, Semplice,umile. carismatico,pronto sempre ad una mediazione tra te e Dio. Non voglio togliere niente ai Papi precedenti, ma Francesco ha un ascendente come non altri, Il piu’ grande degli uomini e’ il piu’ umile servo di Dio.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.