Papa Francesco: orribile attentato a Parigi ci fa pensare alla crudeltà

papa francesco orribile attentato parigi fa pensare alla crudeltà

Oggi, 8 gennaio 2015, Papa Francesco ha celebrato la prima Messa pubblica del 2015 dedicandola alle vittime dell'”orribile attentato” di Parigi di ieri, alla redazione del settimanale satirico “Charlie Hebdo”: “l’attentato di ieri a Parigi ci fa pensare a tanta crudeltà, crudeltà umana; …Ma la crudeltà della quale è capace l’uomo! – ha detto il Pontefice – Preghiamo, in questa Messa, per le vittime di questa crudeltà. Tante! E chiediamo anche per i crudeli, perché il Signore cambi il loro cuore“.

Nel corso dell’omelia, poi, prendendo spunto dalla Prima Lettura del giorno (1 Gv 4, 7-10) Francesco ha sottolineato come si debba amare il proprio vicino: questa, ovvero l’amare il proprio vicino, è la strada che permette di giungere ad amare Dio.

Dio è amore! E soltanto per la strada dell’amore, tu puoi conoscere Dio.” ha spiegato il Santo Padre “Amore ragionevole, accompagnato dalla ragione. Ma amore! Ma come posso amare quello che non conosco?‘”

La risposta a questa domanda è “Ama quelli che tu hai vicino“: in questo modo “cioè attraverso l’amore al prossimo arriviamo a conoscere Dio, che è amore. Soltanto amando ragionevolmente, ma amando, possiamo arrivare a questo amore“.

È in questa ottica che comprendiamo come tutti i comandamenti si riassumano nei due più importanti comandamenti che ci ha indicato Gesù: “amare Dio, perché Lui è amore” ed “amare il prossimo.

Comprendiamo dunque come “per arrivare al primo [ comandamento ] dobbiamo salire per gli scalini del secondo“: “chi ama conosce Dio – ha quindi ribadito il Santo Padre – chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore“.

Facciamo attenzione però a non confondere la natura dell’amore di Dio: quello di Dio non è “amore di telenovela” ma è invece un “Amore solido, forte; amore eterno, amore che si manifesta nel suo Figlio, che è venuto per salvarci. – ha quindi concluso – Amore concreto; amore di opere e non di parole. Per conoscere Dio ci vuole tutta una vita; un cammino, un cammino di amore, di conoscenza, di amore per il prossimo, di amore per quelli che ci odiano, di amore per tutti“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

13 Commenti

giacomo.terracciano il 13 Gennaio 2015 alle 3:28 pm.

penso che nello spirito dell’islam esiste una forza che gli impedisce di vivere all’ombra di una nazione , ma con il tempo questa forza sfocia e si manifesta in una luce prorompente che vuole dominare per affermare la sua verità. Attualmente l’Europa è un continente esposto perché al buio in quanto la sua lampadina si è fulminata perché il suo spirito pratica una religione laica. E l’Islam disprezza chi non afferma un credo e lo reputa un debole. Pertanto non è una guerra tra religioni, ma una guerra tra una religione in forza di una fede ed una ideologia in forza di una idea . Credo che se l’Europa si armerà della sua antica fede nel cattolicesimo , Dio non abbandonerà il suo popolo all’azione del male.

Rispondi

BARBARA BETTAZZI il 12 Gennaio 2015 alle 4:11 pm.

LA LIBERTA’ DI AMARE SIGNIFICA ANCHE PORTARE RISPETTO SOPRATTUTTO ALLE RELIGIONI CHE SONO TEMI SENSIBILI. CERTAMENTE TOGLIERE LA VITA A DEGLI SCONSIDERATI E’ SBAGLIATO POICHE’ LA VITA’ E’ UN DONO SACRO DI DIO, MA AVREMMO POTUTO CONTESTARE GLI SCONSIDERATI , METTENDO DELLE IMPOSIZIONI POICHE’ NON E’ LIBERTA’ INSULTARE LE RELIONI .AVREBBERO DOVUTO AVER RISPETTO DELLA RELIGIONE , DI OGNI RELIGIONE, POICHE’- I PECCATI DEGLI UOMINI NON SONO COLPA DELLE RELIGIONI – CHE SONO INVECE UNA GUIDA ALLA RETTITUTINE ALLE CERTEZZE, ALLA FAMIGLIA, ALLA COMPRENSIONE DI VARI RUOLI DENTRO E FUORI DALLA FAMIGLIA, CHE SONO INDICE DI COSA E’ GIUSTO E COSA E’ SBAGLIATO. MA OGNI LIMITAZIONE ALL’ ARROGANZA PUBBLICA E’ CONSIDERATA IN OCCIDENTE MANCANZA DI LIBERTA’…E INFATTI SI E’ VISTO CHE DECANDENZA DI VALORI ORRIBILE SI CIELA DIETRO A QUESTA BUGIA DELLA LIBERTA’………, TANTO CHE NON C’E’ RISPETTO PER NESSUNO E NEMMENO PER L’INNOCENZA E PER L’INFANZIA E SPESSO NEMMENO LA COSIDDETTA GIUSTIZIA DELLE LEGGI SE NE FREGA NULLA FINCHE’ NON TOCCA A LORO !!!ORRIBILE!!!!!! …….ORMAI UN GRUPPO DI STOLTI NON HA CAPITO NULLA E CI HA RIMESSO LA VITA E NSISTERANNO CON LA SOLTITA MALEDETTA ARROGANZA OFFENSIVA…CHE FA SOLO SCHOFO A CHI HA UN PO’ DI SENSO CIVICO. IO VOLEVO TIRARGLI LE UOVA MARCE QUANDO OFFESERO IL PAPA…., E V0LEVO INSULTARLI ALTRETTANTO PUBBLICAMENTE……, AFFINCHE’ LA SMETTESSO ED AVEVO SCRITTO ANCHE SUL WEB IN MERITO A CIO’ CIOE’ : NO ALLA SATIRA SOPRATTUTTO RELIGIOSA . MA – ADESSO LA LORO MORTE E’ TRISTE – E TERRIBILE. – ESSI POTEVANO ESSERE ANCORA QUI A DISCUTERE CON NOI LE LORO INTENZIONI RIDICOLE – E NOI POTEVAMO ANCORA CONTESTARE… – SENZA UCCISIONI….. – , PERCHE’ – LOTTA – E DIALOGO… – E AMORE VERSO DIO.. – .SI UNISCONO…

Rispondi

teodora il 11 Gennaio 2015 alle 2:28 am.

Il libero arbitrio ha prodotto perfino la crocifissione di Gesù Cristo.
Dio, ONNIPOTENTE E MISERICORDIOSO, può salvare l’umanità da tanta degenerazione.
Che Dio intervenga a porre freno, per l’edificazione di pace, giustizia, SANA LIBERTA’, amore fra i popoli e fra tutti gli uomini.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.