Risparmiamo i commenti sugli altri e facciamo commenti su noi stessi

Risparmiamo i commenti sugli altri e facciamo commenti su noi stessi

Quale è la strada da percorrere per essere cristiani? Papa Francesco durante la riflessione della Santa Messa, prendendo spunto dalle Letture (1 Tm 1, 1-2.12-14; Lc 6, 39-42), ha spiegato quale è il cammino del cristiano e come iniziare a percorrerlo.

Spesso parliamo di cosa significhi essere cristiano e di come non essere dei cristiani tiepidi, dei cristiani da salotto, dei cristiani ipocriti, che solo vivono gli insegnamenti di Gesù di facciata.”E ognuno di voi può dire: – ha detto Papa Francesco – Ma Padre,… ma come si fa, come si incomincia, questo? E qual è il primo passo per andare su questa strada?“.

A questa domanda, il Santo Padre ha risposto nella sua omelia, che “il primo passo lo vediamo oggi, sia nella prima Lettura, sia nel Vangelo. Il primo passo è l’accusa di se stessi. Il coraggio di accusare se stessi, prima di accusare gli altri“.

Riconoscendo i propri limiti e i propri peccati riusciamo a renderci conto di quanto Dio sia misericordioso con noi stessi, come ha fatto San Paolo, che nelle scritture del giorno “loda il Signore perché lo ha eletto e rende grazie perché ‘mi ha dato fiducia mettendo me al suo servizio, perché io ero’ ‘un bestemmiatore, un persecutore e un violento’. Ma è stata misericordia“.

Diversamente, “l’uomo e la donna che non imparano ad accusare se stessi diventano ipocriti. Tutti, eh? Tutti. Incominciando dal Papa in giù: tutti. – ha commentato il Vescovo di Roma – Se uno di noi non ha la capacità di accusare se stesso e poi dire, se è necessario, a chi si devono dire le cose degli altri, non è cristiano, non entra in questa opera tanto bella della riconciliazione, della pacificazione, della tenerezza, della bontà, del perdono, della magnanimità, della misericordia che ci ha portato Gesù Cristo“.

Ma quante cose possiamo dire di noi stessi? Risparmiamo i commenti sugli altri e facciamo commenti su noi stessi. – ha dunque concluso Papa Francesco – E questo è il primo passo su questa strada della magnanimità. Perché quello che sa guardare soltanto le pagliuzze nell’occhio dell’altro, finisce nella meschinità: un’anima meschina, piena di piccolezze, piena di chiacchiere“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

11 Commenti

teodora il 13 Settembre 2015 alle 10:14 pm.

Il monologo è esauriente, esplicativo, risolutivo?”
Da buon’intenditori, poche parole.
POCHE, non il NULLA.
Chi vuol capire non insegue sistemi parziali o sopprimenti.
Dice quanto ha da dire: che piaccia o no all’interlocutore.
E’ elementare correttezza.

Rispondi

teodora il 13 Settembre 2015 alle 10:04 pm.

Il dialogo?!
Le eque, doverose risposte, senza destinatari e percorsi privilegiati?!

Rispondi

Maria Maddalena Minneci il 13 Settembre 2015 alle 8:18 am.

Chi non ha peccato scagli la prima pietra ci ricorda il Padre. a volte guardiamo i difetti degli altri e pecchiamo cosi facilmente giudicandoci a vicenda. con la misura con cui giudichiamo saremo giudicato. Questa è un anno importante perchè Dio offre all’uomo la possibilità di riscattarsi dal peccato e dalla morte.
Usa misericordia il Padre con tutti gli uomini di buona volontà, non accusiamoci più tra noi fratelli ma piuttosto adoperiamoci per il bene offrendo amore a chi soffre. Dio ha perdonato gli uomini usando misericordia, siamo anche noi misericordiosi come Gesù Cristo che si offre sempre per noi nel sacrificio dell’altare. Comunichiamoci e riceviamo i sacramenti,e avremo nel cuore il sorriso e la pace che solo Dio mette nei cuori. Svegliamoci dal sonno della morte e del peccato siamo tutti figli di Dio. Amiamoci tra noi come il Padre per primi ama noi. Aspiriamo alla santità in terra per potere insieme a Gesù giungere davanti al Padre e essere tutti in grazia di Dio. Piuttosto che oltraggiare il Crocifisso con i nostri peccati, intratteniamoci con preghiere e inni al Padre e perdoniamoci a vicenda, siamo tutti peccatori, ma se usiamo misericordia e perdono allo stesso modo saremo mondati e salvati. Maria Mamma cara aiutaci ad amare gli uomini e Gesù come lo amasti tu e a non peccare più dacci la forza nel portare insieme a Gesù la nostra croce e salire con lui il calvario. Dacci forza Madre benedetta della Chiesa e Madre nostra senza macchia di essere degni di Cristo. Oggi più che mai consacraci nell’amore del Padre per essere annunciatori umili e mesti dell’amore misericordioso del Padre. Siamo tutti peccatori ma con la misura che amiamo saremo salvati. Che l’amore di Dio Padre guidi i nostri passi e rinnovi i nostri cuori. buona giornata nell’amore di Dio. Gesù confido in te. sia lodato Gesù Cristo e la nostra Vergine Santa benedetta Maria, luce donata dal Padre per gli uomini di buona volontà. Amiamoci tutti e vedremo il volto del Padre.Buona giornata e buona Domenica. Oggi Gesù ci aspetta per offrirsi nel Sacramento della Santa Eucarestia. Abbiamo il coraggio di figli di accettare l’invito del Padre alla santa messa amen.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 13 Settembre 2015 alle 8:03 am.

Purtroppo e’ piu’ facile condurre la vita degli altri che la propria, dire; fai cosi,fai cola’—o dire sei cosi, quello/a e’ cosi—-non comporta nessun impegno, e’ la strada facile che porta a satana, e quando si e’ di lui, distrugge, satana alletta per prenderci, ma lui vuole la distruzione dell’essere umano, le guerre–il razzismo—la diseguaglianza economica—le famiglie divise—–non e’ DIO che vuole tutto questo, creo’ l’essere umano e l’ambiente per farlo vivere bene, l’essere umano non ha rispettato e distrutto quanto creato da DIO, dono gratuito per noi.—dobbiamo invocare solo che la SUA misericordia…..Ivana Barbonetti.

Rispondi

edda canali il 13 Settembre 2015 alle 12:16 am.

Caro Padre Francesco, …. …. —- le mie non erano critiche , erano Domande – Riflessioni : – 1 – Il Vaticano potrebbe ospitare …più di una Famiglia di Rifugiati..? – 2 – La Chiesa Cattolica potrebbe, dopo secoli, DOMANDARE SCUSA hai POPOLI dell’AMERICA LATINA, … ????? —– i Gesuiti, e non solo, fecero stragi di migliaia di nativi, distrussero Popoli interi, Civiltà intere.! –

Rispondi

edda canali il 13 Settembre 2015 alle 1:39 am.

– Grazie, spero in un Mondo migliore, questo non mi piace. – Edda –

Rispondi

rosa angelica quiroz goez il 12 Settembre 2015 alle 10:30 pm.

Rosa Quiroz COLOMBIA. BELLO ANTIOQUIA
Minuto30.com | Apesar de que la comunidad se opone, la iglesia desalojará una biblioteca en Niquía….Ver más

Noticias de Medellín, Antioquia y Colombia |MINUTO30.COM
Buenas tardes. Necesitamos contacto para que el Excelentísimo Papa Francisco, ayude a la comunidad de Bello Antioquia Colombia. Esta es una dirección electrónica de una video de las noticias del país. donde se da a conocer el problema. Sé que Usted ha mostrado ser muy humanitario.

Agradezco su atención prestada ante esta humilde petición. Que Dios siga derramando muchas bendiciones sobre Usted.

https://www.youtube.com/watch?v=djdl-6ryi_U#t=24

Rispondi

teodora il 12 Settembre 2015 alle 9:21 pm.

Caro Papa Francesco,
se la verità viene insabbiata, diventa possibile e praticabile ogni suo stravolgimento.
L’insabbiamento può essere reale o simulato, in ogni caso, conduce all’indifferenza e all’ipocrisia dei conseguenti sviluppi.
INDIFFERENZA E IPOCRISIA, che fanno da sipario ad avidità, profitti, crudeltà intellettuale e materiale, egoismo, chiusura, inganno…..
LA PACE, a fronte di tutto ciò, rimane solo un sogno irrealizzabile.
Gesù guari il sordomuto, perché potesse ascoltare, parlare e intervenire …..per l’affermazione della verità.
Gesù illumini i sordomuti forzati dall’altrui silenzio oscuratore: si faccia luce sulla verità e conseguente giustizia e PACE.
Non occorrono ancora parole.
Se si è recepito ed accolto, si vedranno i risultati.
SIA FATTA LA VOLOTA’ DI DIO

Rispondi

Nella il 12 Settembre 2015 alle 8:58 pm.

Sante parole grazie il suo esempio Papa Francesco rinfranca l’anima ,Dio la protegga..

Rispondi

gianluigi il 12 Settembre 2015 alle 6:34 pm.

NO AL GENDER . iL PAPA si OPPONGA con pugno duro al STANDARD per Educazione SESSUALE in Europa . Andate a pag. 42 altro che buona scuola , sembra invece che si tratti di un vero e proprio P.P.O.S ; ovvero un PROGRAMMA di PEDOFILIA con OBBLIGO SCOLASTICO , verificate con i vostri occhi i testi EUROPEI :
http://www.aispa.it/attachments/article/78/STANDARD%20OMS.pdf

Rispondi

carlo il 12 Settembre 2015 alle 4:25 pm.

bravo commentati da solo visto che non leggi la posta e te ne freghi degli italiani

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.