Siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli e a farcene carico

quaresima 2014 Siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli e a farcene carico

Papa Francesco nel proprio messaggio per la Quaresima 2014 ci invita a riflettere sulle parole dell’apostolo Paolo: Gesù da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi dalla sua povertà.

Non si tratta di un gioco di parole, di un’espressione ad effetto! – ha voluto chiarire il Pontefice nel suo messaggio – È invece una sintesi della logica di Dio, la logica dell’amore, la logica dell’Incarnazione e della Croce“.

Non stiamo neppure parlando di ricchezze materiali, di soldi ma della vera ricchezza: “Cristo, il Figlio eterno di Dio, uguale in potenza e gloria con il Padre, si è fatto povero” ha continuato Bergoglio. Gesù “è sceso in mezzo a noi, si è fatto vicino ad ognuno di noi; si è spogliato, “svuotato”, per rendersi in tutto simile a noi“: è questa la povertà di Cristo!

Gesù si è svuotato della sua divinità per vivere in mezzo a noi, e questo “lo fa per mettersi in mezzo alla gente bisognosa di perdono, in mezzo a noi peccatori, – ha ulteriormente chiarito Bergoglio – e caricarsi del peso dei nostri peccati“.

Ed è proprio questa la ricchezza che Gesù ci dona: Lui ci dona la stessa ricchezza di cui Lui stesso si è svuotato. “È proprio il suo modo di amarci, il suo farsi prossimo a noi – ha ulteriormente spiegato Papa Francesco – come il Buon Samaritano che si avvicina a quell’uomo lasciato mezzo morto sul ciglio della strada“. È molto importante comprendere questo poiché “ciò che ci dà vera libertà, vera salvezza e vera felicità è il suo amore di compassione, di tenerezza e di condivisione“.

Gesù ci arricchisce con la Sua misericordia, con la misericordia di Dio: Ciò che “ci arricchisce è il suo farsi carne, il suo prendere su di sé le nostre debolezze, i nostri peccati, comunicandoci la misericordia infinita di Dio“.

Ma il Vangelo non è un qualcosa fermo nel tempo a duemila anni fa: “In ogni epoca e in ogni luogo, Dio continua a salvare gli uomini e il mondo mediante la povertà di Cristo – ha infatti chiarito il Pontefice – il quale si fa povero nei Sacramenti, nella Parola e nella sua Chiesa, che è un popolo di poveri”.

Proprio per questo, particolarmente in occasione del periodi di Quaresima, nel quale stiamo entrando, il Vescovo di Roma ci invita a riflettere sul fatto che “ad imitazione del nostro Maestro, noi cristiani siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli, a toccarle, a farcene carico” sia spiritualmente che materialmente poiché è nostro compito “operare concretamente per alleviarle“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

16 Commenti

BARBARA BETTAZZI il 10 Luglio 2014 alle 9:17 am.

NON C’E POSTO NELLA CRITIANITA’ PER CHI NEGA I DIRITTI DEI POPOLI: FUORI DAI PIEDI INDEMONIATI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SIETYE CONTRO I PRINCIPI DELLE SACRE SCRITTURE CRISTIANE CHIUNQUE SIATE !!!!!!!!!!!!!!!!!CHI UMILIA GLI ALTRI PERFINO IN GUERRA ANZICHE BATTERSI E’ NEMICO DI DIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

BARBARA BETTAZZI il 10 Luglio 2014 alle 9:15 am.

LA CRISTIANITA’ NON E’ EGOISMO NE’ FANATISMO DEDITO ALLA SOTTOMISSIONE DI ALTRI O AL DIPSREZZO DI ALTRI. LA CRISTIANITA’ NON AMMETTE LE PERSEGUZIONI !!!!!!!!!!!!!!!!!!NON E’ INGIURIA ALLE VARIE CATEGORIE DI PERSONE E NON E’ PREGIUDIZIO RAZZIALE!!!!!!!!QUESTI SONO TUTTI SCOMUNICATI QUALUNQUE DOCUMENTO CRISTIANO ABBIANO!!!!!!!!!!!!!!!!!! GESU’ E’ VENUTO PER INSEGNARCI A RISPETTARE E MARE GLI USI E COSTUMI DIVERSI DAI NOSTRI, PER CAPIRLI ED ELOGIARLI E NON PER FINGERE CHE I POPOLI SIANO GRUPPI DI CLONI MALVAGI O NEGATIVI !!!!!!!!! I GIUSTI NON DEVONO PAGARE PER I PECCATORI E NOI CRTIANI DOBBIAMO PROTEGGGERKLI A NOME DI DIO. GESU’ CRISTO NON E’ LA SOSTITUZIONE DI DIO!!!!!!!!CHI CREDE A GESU’ CAPISCE CHE SOLO DI PADRE E CREATORE E PADRONE DEL MONDO COMANDA E FA I MIRACOLI USANDO LA GENTE DA LUI SCELTA IN QUESTO MONDO COME SESMPIO DELLA SUA VOLONTA’ OPPURE DIRETTAMENTE!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.