Torniamo a casa con un buon seme: il seme della Parola di Dio

Torniamo a casa con un buon seme: il seme della Parola di Dio

Con oggi sono terminati gli Esercizi Spirituali predicati da monsignor Angelo De Donatis ad Ariccia e Papa Francesco, assieme alla Curia Romana, ha fatto ritorno in Vaticano.”Tutti siamo peccatori, ma tutti abbiamo la voglia di seguire Gesù più da vicino – ha detto il Pontefice ringraziando Don Angelo – senza perdere la speranza nella promessa, e anche senza perdere il senso dell’umorismo“.

È stato senza dubbio un momento proficuo e intenso, tanto che Bergoglio ha voluto personalmente esprimere il proprio ringraziamento al parroco di San Marco Evangelista al Campidoglio che ha guidato gli Esercizi Spirituali nella cappella della casa Divin Maestro dei religiosi paolini, in Ariccia.

Don Angelo, io vorrei ringraziarla a nome mio e di tutti noi, per il suo aiuto in questi giorni, il suo accompagnamento, il suo ascolto” ha quindi detto il Vescovo di Roma, riassumendo quelli che sono stati i cinque giorni di ritiro spirituale iniziati domenica scorsa.

Torniamo a casa con un buon seme: il seme della Parola di Dio” ha poi proseguito il Pontefice “È un buon seme, quello. Il Signore invierà la pioggia e quel seme crescerà. Crescerà e darà il frutto“.

Sono parole queste di Papa Francesco che hanno fatto da eco a quelle di Don Angelo che chiudendo gli Esercizi Spirituali ha ricordato le parole iniziali di Pontificato, proferite un anno fa, con le quali Papa Francesco aveva ringraziato i cardinali per la elezione “Usciamo da questa esperienza portando con noi la forza di quell’amore – ha detto De Donatis – che ci aiuterà ad andare avanti così come ci è stato chiesto esattamente un anno fa, per “camminare, edificare, confessare”».

La sede del ritiro spirituale di Papa Francesco, se qualcuno fosse interessato a richiedere informazioni per un cammino personale di meditazione, è stata la “Casa Divin Maestro” situata sui Colli Albani a due passi da Castel Gandolfo, nella zona dei Castelli romani. L’istituzione voluta e costruita dal Beato Giacomo Alberione, fondatore della Famiglia Paolina, è oggi sede di ritiri spirituali e convegni.

Share Button

4 Commenti

paolo zamponi il 16 Marzo 2014 alle 11:28 am.

Papa Francesco,
ci sono dei semi dei semi che non danno buoni frutti. Nella nostra parrocchia di San Pierino Casa al Vescovo a Pistoia (più volte abbiamo scritto chiedendo il suo aiuto) ci sono molti paesani denunciati dal parroco, sostanzialmente perchè hanno scritto al Vescovo (in 150 su una parrocchia di 1000 anime) per chiedere la sua rimozione. Il Vescovo Mansueto ha consegnato subito la lettera con tutte le firme al parroco che l’ha portata in Questura ritenendosi diffamato. Questa è una storia che ha dell’incredibile, manda via i ragazzi che giocano nel campetto parrocchiale, chiamando i carabinieri e impaurendo non solo i bambini ma anche i grandi, nonni soprattutto che guardano i ragazzi. Santità sono cinque anni che viviamo in questa situazione. Oltretutto questo parroco ha preteso la restituzione dei locali dove era un circolo ricreativo, unico punto di ritrovo del paese. Il Vescovo dice che non può farci niente: “Ma non può essere così! vero Papa Francesco! Abbiamo speso già molti soldi per gli avvocati per le udienze in Tribunale. Questo è assolutamente ingiusto! Qualcuno deve fare tutto il possibile perchè finisca al più presto questa vicenda. Non bastano le belle parole, che apprezziamo e che sosteniamo, ma ci vogliono anche fatti concreti.
La seguiamo ogni giorno con tanto affetto! Grazie per quello che potrà fare! Paolo 335 208501

Rispondi

stefania fiore il 15 Marzo 2014 alle 6:10 pm.

La consapevolezza di essere peccatori deve fortificare il nostro desiderio di imitare sempre più il modello di uomo di Gesù.
grazie Papa Francesco perché le tue parole ci aiuti a trovare la giusta via da percorrere, ci ricordi sempre che in ogniuno di noi c’é sempre una parte buona.
Grazie Stefanai

Rispondi

Carmine il 14 Marzo 2014 alle 5:35 pm.

Sono due anni che prenoto gli esercizi spirituali ad Ariccia e sono due anni che vengo superato da altri (che secondo me sono raccomandati dall’On. Giulio Andreotti) che vengono selezionati dalla provincia dei gesuiti. Secondo me quelli che fanno gli esercizi ad Ariccia sono delle persone che non sanno neanche che cos’è il cristianesimo, anche perché ovunque vado i “cristiani” che vedo sono tutti uguali.

Rispondi

Od Bohousek il 14 Marzo 2014 alle 5:12 pm.

sv otec se uz vratil vatikán duchovní cvičeni koncilo modlitby požehnáni + bohuslav

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.