I battezzati sono chiamati a testimoniare il Vangelo di Cristo

Il Vangelo di domenica 16 luglio narra il momento in cui Gesù invia i Dodici in missione. Dopo averli chiamati per nome ad uno ad uno, «perché stessero con lui» ascoltando le sue parole e osservando i suoi gesti di guarigione, ora li convoca di nuovo per «mandarli a due a due» nei villaggi dove Lui stava per recarsi.

Il brano evangelico si sofferma sullo stile del missionario, che possiamo riassumere in due punti: la missione ha un centro; la missione ha un volto.

Il discepolo missionario ha prima di tutto un suo centro di riferimento, che è la persona di Gesù. Il racconto lo indica usando una serie di verbi che hanno Lui per soggetto – «chiamò a sé», «prese a mandarli», «dava loro potere», «ordinò», «diceva loro», cosicché l’andare e l’operare dei Dodici appare come l’irradiarsi da un centro, il riproporsi della presenza e dell’opera di Gesù nella loro azione missionaria. Questo manifesta come gli Apostoli non abbiano niente di proprio da annunciare, né proprie capacità da dimostrare, ma parlano e agiscono in quanto “inviati”, in quanto messaggeri di Gesù.

Questo episodio evangelico riguarda anche noi, e non solo i sacerdoti, ma tutti i battezzati, chiamati a testimoniare, nei vari ambienti di vita, il Vangelo di Cristo. E anche per noi questa missione è autentica solo a partire dal suo centro immutabile che è Gesù. Non è un’iniziativa dei singoli fedeli né dei gruppi e nemmeno delle grandi aggregazioni, ma è la missione della Chiesa inseparabilmente unita al suo Signore. Nessun cristiano annuncia il Vangelo “in proprio”, ma solo inviato dalla Chiesa che ha ricevuto il mandato da Cristo stesso. È proprio il Battesimo che ci rende missionari. Un battezzato che non sente il bisogno di annunciare il Vangelo, di annunciare Gesù, non è un buon cristiano.

La seconda caratteristica dello stile del missionario è, per così dire, un volto, che consiste nella povertà dei mezzi. Il suo equipaggiamento risponde a un criterio di sobrietà. I Dodici, infatti, hanno l’ordine di «non prendere per il viaggio nient’altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura» (v. 8). Il Maestro li vuole liberi e leggeri, senza appoggi e senza favori, sicuri solo dell’amore di Lui che li invia, forti solo della sua parola che vanno ad annunciare. Il bastone e i sandali sono la dotazione dei pellegrini, perché tali sono i messaggeri del regno di Dio, non manager onnipotenti, non funzionari inamovibili, non divi in tournée. Pensiamo, ad esempio, a questa Diocesi della quale io sono il Vescovo. Pensiamo ad alcuni santi di questa Diocesi di Roma: San Filippo Neri, San Benedetto Giuseppe Labre, Sant’Alessio, Santa Ludovica Albertini, Santa Francesca Romana, San Gaspare Del Bufalo e tanti altri. Non erano funzionari o imprenditori, ma umili lavoratori del Regno. Avevano questo volto. E a questo “volto” appartiene anche il modo in cui viene accolto il messaggio: può infatti accadere di non essere accolti o ascoltati (cfr v. 11). Anche questo è povertà: l’esperienza del fallimento. La vicenda di Gesù, che fu rifiutato e crocifisso, prefigura il destino del suo messaggero. E solo se siamo uniti a Lui, morto e risorto, riusciamo a trovare il coraggio dell’evangelizzazione.

Share Button

Può interessarti anche:

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

marialuisa caroli il 25 luglio 2018 alle 11:36 am.

cme fare per avere una benedizione del papa

Rispondi

CARDINALE DELLA CEI-S. ANDREA GUIDO FRDINANDO CASTELLANI IN PALAMA' il 23 luglio 2018 alle 1:38 am.

S.SANTITA,PAPA, FRANCESCO BERGOGLIO= SCUSI MA LEI MI HA SOSPESO A DIVINIS TRE GIONI FA’ E DUE GIONI FA’!!!!!!!!!!!!!
SI FA’ PERCASO COSI’-SENZA UN MOTIVO???????????????
POI, SIAMO RIMASTI NEL 1500?????????????????IO NON LA CONOSCO DI PERSONA, SO’ CHE QUANDO E’ VENUTO,LEI A TROVARCI AL SERPENTONE-CORVIALE……… MI HA NEGATO L’ EUCARESTIA!!!!!!!!!!!!! ADESSO SONO DOVUTI INTERVENIRE ALCUNI CARDINALI E MONSIGNORI E PRETI A LEVARE LE TUTTE LE SCOMUNICHE!!!!!!!!!!!!!!! A BRUCIARE CON LA BENZINA L’ ARCHIVIO DI STATO SEGRETO VATICANO PIENO DI SCOMUNICHE E LETTERACCIE BRUTTE!!!!!!!!!!!!!L’ ARCHIVIO DI STATO MILITARE!!!!!!!!!!! LA BIBLIOTECA NAZIONALE ITALIANA A CASTRO PRETORIO!!!!!!!!!!!!!!!L’ ARCHIVIO DEL C.S.M.!!!!!!!!!!!!!! CREDO CHE LEI NON HA CAPITO CHE OGGI 23\7\2018 E’ PASQUA DI RESURREZIONE DEI FEDELI DEFUNTI E MORTI!!!!!!!!!!!!!!! IERI SERA HO SAPUTO,IL VERO=== E’ MORTO= GIUDA ISCARIOTA,REINCARNATO E I DUE LADRONI CON LE GAMBE SPEZZATE!!!!!!!!!!!! GRAZIE!FARO’ IN 10 GIONI CONSECUTIVI A LOURDES FRANCE EUROPE GREENWICH-TUTTI I SACRAMENTI 1 OGNI GIONO-COMPRESA LA CIRCONCISIONE!!!!!!!!!! GRAZIE DELLE DISPENSE A SPOSARMI IN CHIESA SUA E DI S. SANTITA’ BENEDETTOXVIo!!!!!!!!
EMAIL=castellani57@gmail.com-CELLULARE=0039-3519377446-TELEFONO=0039-06-56485702-01-03-00-IO SONO ESTERREFATTO ME NE VADO ALL’ ESTERO PERCHE’ SONO STATO SEQUESTRATO DALLA MIA FAMIGLIA!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Celia Iniesta Solano il 17 luglio 2018 alle 10:59 am.

Buenos días !

Las maravillas de Dios Padre Todopoderoso toman plenitud en Nuestro Amado Señor Jesucristo.

Viva Dios y su Gloria.

Hace un mes o dos que empezé a pintar a Dios Padre. No sé como explicar estas emociones tan fuertes, será porque no es el momento. Dios Dirá. Pues bien, se está quedando muy hermoso. No tengo prisa, Dios dirá cuando. Que puedo decir, que estoy en este momentos en un estado atemporal, que Dios Padre me ha está haciendo ver como recae su justicia divina sobre aquellos que nos atacan con mentiras por pura envidia. No he sentido necesidad de escribir esta vez. Y he leído su libro “Carta encíclica LAUDATO SI” sobre el cuidado de la casa común. Fui a visitar a un amigo y me lo regaló.
Miro, contemplo y analizo la pintura que estoy haciendo de Dios Padre y es tanta la verdad que hay en ella que a veces me escadila y me deja perpeja, en estado de ensoñación. Lo que yo estoy haciendo es utilizar el arte para representar un hecho. Los hechos son la verdad,y el valor de la verdad de Dios es infinito como su Bondad. Y cierto es lo que Dios nos da de forma gratuita hay que entregarlo de la misma forma, y el alma se llena de alegría y bondad, del amor de Cristo que todo lo vence y de la paz de Dios que solo Él nos puede dar. Y nada su tiempo es perfecto, pintar a Dios Eterno te hace perder el sentido de las horas y los días.. esta es mi sensación ahora. No sé dónde estoy pero si con quién estoy. Es el mundo del espiritu, lo desconocido, el misterio, la verdad, lo que está más allá de la materia.
Para mi, navegar por estos mundo se ha vuelto normal, natural en mi vida, y todo casi sin darme cuenta. Son Las transformaciones que ejercen las bellas promesas de Dios. Buen día a Todos.

Saludos.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.