Gli angeli ci difendono nella lotta contro satana

Gli angeli ci difendono nella lotta contro satana

Nella giornata in cui la Chiesa commemora gli Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, Papa Francesco, nel corso della sua omelia del mattino durante la Santa Messa in Casa Santa Marta, ha spiegato il ruolo degli angeli nonché ha posto l’accento sulla lotta contro il diavolo.

Gli angeli” ha spiegato il Pontefice “ci difendono” dal diavolo, il quale è invidioso poiché non accetta che Dio ha “fatto l’uomo superiore agli angeli” come recita il Salmo 8. È questo il movente che fa scatenare la lotta tra Satana e l’uomo: “Satana da sempre cerca di distruggere l’uomo” ha detto il Vescovo di Roma.

Dall’inizio la Bibbia ci parla di questo: di questa seduzione per distruggere, di Satana” e tutto nasce dall’invidia, poiché quell’angelo, che era Satana, “non poteva accettare questa umiliazione, che una creatura inferiore fosse creata superiore; e cercava di distruggerlo“.

La prima pagina della Genesi” ha aggiunto Papa Francesco, ci dice chiaramente che Satana “è astuto“: “presenta le cose come se fossero buone. Ma la sua intenzione è la distruzione“. Così, se osserviamo la storia dell’uomo, dall’antichità fino ai giorni nostri, ci rendiamo conto che “tanti progetti di disumanizzazione dell’uomo, sono opera di lui“, che li ha posti in essere “semplicemente perché odia l’uomo.“.

La lotta è una realtà quotidiana, nella vita cristiana: nel nostro cuore, nella nostra vita, nella nostra famiglia, nel nostro popolo, nelle nostre chiese … Se non si lotta, saremo sconfitti“. Ma in questa lotta non siamo soli, “gli angeli ci difendono. Difendono l’uomo e difendono l’Uomo-Dio, l’Uomo superiore, Gesù Cristo che è la perfezione dell’umanità, il più perfetto.“.

Per questo la Chiesa onora gli angeli” ha quindi concluso il Santo Padre “perché sono quelli che saranno nella gloria di Dio – sono nella gloria di Dio – perché difendono il gran mistero nascosto di Dio, cioè che il Verbo è venuto in carne.“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

26 Commenti

antonio stasi il 4 Ottobre 2014 alle 6:17 am.

Buongiorno Santo Padre e Tanti Auguri.
Il nome che ha scelto per la sua missione Pastorale la protegga a lungo, in umiltà e perseveranza così come il grande Santo Francesco visse.

Rispondi

Patrizia il 3 Ottobre 2014 alle 8:05 pm.

Buonasera Sara, anche per me, come tu dici: “Il mio scrivere non vuol essere il dare lezione a nessuno”, ma è solo una riflessione personale sulla catechesi che Papa Francesco compie nel Web, ed è anche una forma di rispetto per il Suo operato. Potrei anche non commentare le mie considerazioni su ciò che leggo.
Nella nostra società purtroppo tanti valori tendono ad affievolirsi, sino quasi a mancare: l’onestà, la verità, la fiducia, il rispetto della dignità umana, la giustizia, il senso del dovere in ogni ambito. Si fa il male per soddisfare i propri interessi, senza nutrire preoccupazione di alcun genere. Tutto questo ovviamente avvilisce l’umanità, e nel caso specifico mi è accaduto a livello personale.
Ho avuto però la fortuna di incontrare poco tempo fa un uomo straordinario, che con il Suo esempio involontario e veritiero, in una mezz’ora, mi ha fatto percepire che esiste l’onestà, il rispetto della dignità della persona, la fiducia, il far del bene senza interessi personali, il senso del dovere nel lavoro. Una tale dimostrazione apre sicuramente la porta della speranza.
L’essere umano però, nella società prima descritta, deve avere una forza morale tale da poter dare pregio ai valori sopra descritti. BENE! Sua Santità fa capire, con l’evangelizzazione, che la fede cristiana aiuta e fortifica l’uomo, per il raggiungimento di questo obiettivo. Ecco perché i suoi insegnamenti sono importanti per tutti.
Scusami se mi sono dilungata, ma è bene chiarire per tutti.
Ti abbraccio caramente. Buonanotte, Patrizia.

Rispondi

sara il 3 Ottobre 2014 alle 10:00 pm.

Si, Patrizia, questo significa condividere e confrontare e ognuno di noi ha la possibilità di fare un auto esame per la crescita spirituale.
E poi come si può costatare nostro unico Capitano rimane Gesù, non c’è nessuno che ti dice cosa devi fare o che ti devi imporre delle regole, sarà Gesù stesso che ti farà chiarezza attraverso ad altri ed è quello che si deve mettere in pratica, da parte nostra l’impegno è di avere buona intenzione di fare la cosa giusta.
è vero che per secoli siamo andati avanti col sistema il DIO commando a misura d’uomo, per cui lontani ai insegnamenti di Gesù. Se si esamina bene è sempre dovuto al peccato della superbia.
Ne parlavo ieri con una infermiera, riguardo di papa Francesco, dopotutto ripete le cose che si dice da 2000 anni.
Eppure dette da papa Francesco sembra che se la sente per la prima volta, perchè è cambiato le modalità . E nel suo linguaggio non trovi imposizioni. Ma ti indica la via per arrivare a Cristo.
La propria identità vuol dire ognuno di noi abbiamo una strada da percorrere per arrivare a Cristo. Che il Signore ci accompagni in questa santa notte! anch’io ti abbraccio caramente. Pace e Bene . Sara

Rispondi

Patrizia il 3 Ottobre 2014 alle 6:41 am.

….. inoltre Sara, stranamente, la figlia di PATRIZIA ha nome SARAH. E’ una combinazione? ……… Vedremo come si evolve la vicenda di SARAH….. Che l’angelo custode illumini le persone! Un saluto, Patrizia

Rispondi

sara il 3 Ottobre 2014 alle 11:11 am.

E si cara Patrizia, ieri ero stata in ospedale, per terapia. A parte la salute, il Signore non smette di sorprendermi, ma si capisce sempre dopo.
Diciamo, hai presente la bracia sotto la cenere, credo che il Signore stia usando con me questa linea. In pratica mi stia facendo fare in maniera sottovoce.
In pratica, sempre nella normalità giusto fare quattro chiacchiere e si entra a un argomento interessante e si ragiona insieme che poi mi viene utile pure a me nel capire cosa mi sta succedendo.
E come ti dicevo giorni scorsi, la meraviglia è che ci si capisce con chiunque di ciò che dico. Parlo di infermiere e anche di medici.
Magari, al inizio sparo una cosa, dal espressione li metto in curiosità, per la persona è portato di chiedersi e ci si approfondisce e si tira fuori delle cose che si vede e li lasciamo là.
è in questo che sbaglia l’ uomo che non si ascolta, perchè c’è chi ci pensa di non dare il tempo di pensare.
E devi pensare che poi mi capita che la gente mi ringrazia, come se avessi fatto tutto io. E invece no, devo essere sincera, già faccio fatica nel esprimere è l’altro che si rispecchia su quello che dico e mi completa la frase.
La spiegazione sta nel VANGELO che Gesù dice:- dove ci sono 2 o più sotto il mio nome là ci sono IO.
Credo che scriverò qualcosa sia sul carisma e Angelo custode.
Però vorrei chiarire una cosa che il mio scrivere non vuol essere il dare lezione a nessuno , ma di condividere il mio pensiero .
Poi sta a ognuno valutarle se le può essere utile o a cosa possa servire, in pratica cerco di mettere in servizio quello che il Signore mi fa capire, che non vuol dire, che sia valido per tutti, questo è il confronto.
Ti abbraccio e preghiamo a vicenda. Che il Signore ci accompagni per mano. Ciao Patrizia Pace e Bene! A presto . Sara

Rispondi

Patrizia il 2 Ottobre 2014 alle 7:22 pm.

Non ti sbagli Sara: c’è PATRIZIA e Patrizia. Io prego per te e anche tu ricordati di me nelle tue preghiere. Ti abbraccio, Patrizia

Rispondi

sara il 1 Ottobre 2014 alle 8:52 pm.

Sbaglio ci sono 2 Patrizia? comunque vi ringrazio per la comprensione e lodo il Signore, perchè è LUI che permette questo.
C’ era un tempo quando avevo 20 anni mi ero incappata a un gruppo, quel classico catechesi e sinceramente sembravo più una predicatrice di un qualcosa campata in aria ripetevo le cose del Vangelo come memoria, ma non trasmettevo vita e allora avevo dei scontri con la società, in un certo qual modo mi rendevo ridicola. E poi nel tempo tra varie vicende della vita avevo mollato nel campo della fede, non che ne ero contrariato, diciamo mi ero un po’ raffreddata fino a quando non mi sono trovata con questa sorpresa di un anno fa’ . Chi mai se la poteva immaginare una cosa del genere.
E la sorpresa è che questa volta noto che mi faccio capire, il problema di ieri che avevo di avere a che fare con qualcuno che si sente superiore, per cui non esiste che uno ne sappia di più di lui e umanamente, questa cosa mi mandava in bestia. E avevo bisogno di scrivere per dominare questo sentimento. Vi abbraccio tutte e due. E pregate per me che io pure ricambio con la preghiera e restiamo Uniti nel il Signore il nostro capitano, Buonanotte. Sara

Rispondi

Patrizia il 1 Ottobre 2014 alle 7:56 pm.

Buonasera Sara, Sua Santità è una grande guida spirituale dell’epoca, vedrai che riuscirai a capire, ascoltandolo e pregando, in quale strada dovrai immetterti nel tuo cammino terreno. Abbi fede! Hai ragione: le verità si percepiscono sempre, e si intuiscono anche le falsità. Un caro saluto, Patrizia.

Rispondi

Patrizia il 1 Ottobre 2014 alle 7:31 pm.

Buonasera PATRIZIA, ha ragione Sara: la ragazza ha bisogno di un colloquio con un buon Sacerdote. Anche a me interessa sapere la continuazione di questa vicenda.

Rispondi

PATRIZIA il 1 Ottobre 2014 alle 1:01 pm.

CARISSIMI MIA FIGLIA SARAH CHE IN QUESTO PERIODO E’ DVENTATA FERVENTE HA 19 ANNI., MA DICE LEI CHE LA VISIONE UNA NOTTE DI SATANA MENTRE DORMIVA L’HA IMPAURITA A TAL PUNTO DA FARLE VENIRE UNO STATO DI ANSIA PAUROSO ADESSO DORME POCO VIVE CON LA BIBBIA IN MANO VUOLE CHE PREGHIAMO PER LEI E STO INVECE COMINCIANDO A PREOCCUPARMI SERIAMENTE

Rispondi

sara il 1 Ottobre 2014 alle 2:36 pm.

Infatti Patrizia ti consiglio di trovare un buon sacerdote che sia veramente profondo nello Spirito.
Quello di leggere la bibbia va’ preso con le pinze , perchè si può cadere sul fanatismo, cioè che si cade a un estremo all’altro.
è importante che lei possa avere dei incontri per fare dei confronti.
A quanto riguarda al sacerdote è importante di valutare ,perchè è come un psicologo se è un buon psicologo ti può aiutare se no può creare dei disastri anche irreparabili. Scusa ora devo uscire . Ne riparleremo e se è possibile con l’aiuto del Signore, mi piacerebbe saperne di più e se è possibile dare dei consigli utili.
Vi abbraccio nel Signore. A dopo Sara!

Rispondi

sara il 1 Ottobre 2014 alle 8:16 pm.

Cara Patrizia, allacciandomi su cose già dette , è molto importante che tu ti metta in ascolto con tua figlia e esaminare su cosa dice. E appellati alla Madonna con cuore di mamma , penso che in te c’è la capacità di dare un indirizzo , perchè ho notato dai tuoi commenti che c’è una certa perspicacia e non ti vedo tanto lontano dal Signore. E sono convinta che perfino tua figlia avverte un bisogno di aiuto , magari non se la sa spiegare, è dovuto alla sua giovane età.
Per quello che consiglio un sacerdote capace,perchè se no si rischia che la cosa venga sottovalutata.
E il confronto con altri casi , anche se in ognuno di noi c’è una storia diversa, perchè il Signore si presenta in modo e circostanze diverso ad ognuno di noi, ma serve per creare un attenzione su se stessi e prendere coscienza da poter distinguere dalla fantasia alla realtà.
Ti parlo per esperienza personale che non è evitabile che ci giochi la fantasia, ma Grazie a DIO , il Signore nel presentarsi è molto chiaro, almeno con me è stato così.
Si distingue dal fatto, si, la ricerca sulla parola è importante che ci sia da parte nostra, noi come persona non dobbiamo fare niente, è il Signore che ti cambia o che ci dobbiamo lasciare cambiare dal Signore. Da parte nostra dobbiamo portare tanta pazienza e lasciare azionare i tempi del Signore, che arriva nel momento giusto , per farti capire attraverso una lettura o di qualcuno di qualcosa che prima era impossibile avere chiaro dentro di noi ed è quello che dobbiamo mettere in pratica ed è quello dobbiamo l’obbedienza,perchè si rischia di perdere il messaggio, questo significa fare la volontà del Signore. E quando facciamo la volontà del Signore le cose vanno lisce.
Spero di essere stata chiara!Ti abbraccio nel Signore e un abbraccio anche a tua figlia e vi auguro un buon cammino. Buona notte. Sara

Rispondi

Patrizia il 30 Settembre 2014 alle 4:32 pm.

Condivido ciò che dice il Santo Padre: “Satana da sempre cerca di distruggere l’uomo. La prima pagina della Genesi ci dice chiaramente che Satana “è astuto“: presenta le cose come se fossero buone. Ma la sua intenzione è la distruzione“. Anche ricordando la vita di San Pio, si può notare che Padre Pio ha varie volte combattuto con Satana, che gli si presentava in varie forme e vesti, per tentarlo. Nella vita odierna quotidiana lottiamo sempre contro il male che ci lusinga, ci adesca, camuffandosi nel bene. E l’uomo deve essere capace di discernere il male dal bene. Un dialogo personale con il Signore può aiutare. Ricordiamo anche gli angeli, come dice il Pontefice. Grazie Sua Santità, per tutte le riflessioni che ci consenti di fare. Un caro saluto.

Rispondi

sara il 30 Settembre 2014 alle 10:58 pm.

puoi proprio dire Patrizia , sto sperimentando che più ci si avvicina alla luce del Signore più si fa astuto il nemico.
Non ci resta altro che attaccarsi a tutti e tre Angeli Raffaele che ci cura,Gabriele per la comunicazione difficile, Michele che ci difende dal maligno.
Pensa che prima che avesse avuto l’incontro con Gesù, pregavo tanto Angelo Custode, dopo l’incontro il mio sguardo si è fissato su Gesù.
E penso che quell’incontro non sia stato casuale ed è un grande esercizio costante e se si è fedeli , ma da tenere belli stretti al vestito del Signore con l’aiuto di tutti e tre angeli , stanne certo sarà il Signore stesso che ti metterà le parole giuste in bocca.
Credici quando papa Francesco di chiedere la Grazia al Signore aiutami a capire , ti fa capire è come. è molto importante mettere in ogni situazione di essere acuti pronti a chiedere al Signore e adesso che faccio che dico?
l’ho appena sperimentato oggi.
Vedo che mi capita delle situazione buie col rischio che ti possano fare del male eppure sono portata di doverle aiutare.
Più ci penso , penso non è caso che mi sono imbattuta per 2 volte con il papa Francesco, anche se non sono arrivata a parlarle più di tanto per l’emozione, quello che conta che le nostre anime si siano incontrate.
Non nego un po’ sono disturbata dalla malattia, che mi spaventa e delle volte la sento come un ostacolo, però poi penso dei casi come S.P.Pio , S. Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcuta non è che avessero avuto salute di ferro eppure facevano andare lo stesso le cose.
E devo essere sincera non ho ancora trovato un sacerdote che mi segue di poter parlare di queste cose, mi sto affidando alle parole del papa Francesco che mi trovo in sintonia con i miei pensieri del momento.
Si vado a messa più frequente da un anno a queste parti e mi è capitato pure di andare a confessare, ma si parla di tutt’altro, quello che può essere un processo spirituale . Di recente i sacerdoti che c’erano sono state inviate a un altro paese ,al momento ci sono i frati che dicono la messa, per metà di ottobre deve arrivare quello nuovo.
Guarda mi sono affidato nelle mani del Signore e ho visto fino adesso le risposte non mi sono mancate, anche se mi sento un po’ traballante senza appoggio umano di quel rango del ministero.
A volte guardo delle trasmissione per cui dove parlano sulla vocazione, che ci sono questi sacerdoti devo dire che sono pieni di Spirito, non ti dico quante volte avrei voluto tirare giù l’indirizzo e chiamarli, ma non riesco a capire cosa sia che mi ferma, o che devo avere un segnale più chiara.
Sarà che fino adesso ho lasciato che le cose si combini da soli la situazione , cioè facendo la volontà del Signore e le cose mi sono sempre andate bene Grazie a DIO.
Devi pensare è appena un anno che ho avuto questo incontro e credo che c’è ancora molto da capire di come mi dovrò muovere e che mi trovi da sola con Gesù, attaccandomi alle parole del papa Francesco, di sicuro non è a caso, servirà per rafforzarmi?!
E la meraviglia che il Signore mi permette di parlare dal più grande al più piccolo e mi stanno ad ascoltare.
Per questo ti dissi in precedenza le persone sentono se stai dicendo il vero.
Scusami se mi sono dilungata dopo dietro un fatto, che non sto qui a raccontare ,perchè è molto personale, avevo bisogno di uno sfogo.
Grazie per avermi ascoltata, comunque c’è tanto bisogno di preghiera e che DIO ci aiuti! Ti lascio buona e santa notte . Sara.

Rispondi

michela il 30 Settembre 2014 alle 4:20 pm.

Grazie… leggere queste parole di speranza aiuta sempre in momenti difficili.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.