La preghiera è come l’ossigeno della vita che ci fa andare avanti

Sempre sull’importanza della preghiera anche questa Udienza Generale nel Palazzo Apostolico, dove Papa Francesco ha esordito con la frase “La preghiera è attirare su di noi la presenza dello Spirito Santo che ci porta sempre avanti”.

Ed è talmente importante che viene esortata da Gesù in tutti i Vangeli, anche attraverso delle parabole, come quella di Luca 11, 5-8 in cui un uomo con ospiti improvvisi durante la notte va a bussare ad un vicino per avere del pane, e insiste e bussa finché non gli viene aperto.

Così dovremmo fare noi con Dio perché “ l’insistenza non serve a informarlo o a convincerlo, ma serve ad alimentare in noi il desiderio e l’attesa. ”

O come quella sempre di Luca 18, 1-8, dove una vedova riesce con la sua insistenza ad ottenere giustizia persino presso un giudice corrotto. “ La  fede non è lo slancio di un momento, ma una disposizione coraggiosa a invocare Dio, anche a discutere con Lui, senza rassegnarsi davanti al male e all’ingiustizia. ”

La terza parabola, Luca 18,9-14, mostra due modi diversi di pregare, il fariseo che si “vanta dei suoi meriti e un pubblicano che al contrario “si sente indegno anche solo di entrare nel santuario” . Ovviamente, spiega il Pontefice, “Dio però non ascolta la preghiera del primo, cioè dei superbi, mentre esaudisce quella degli umili. Non c’è vera preghiera senza spirito di umiltà. È proprio l’umiltà che ci porta a chiedere nella preghiera. ”

“ L’insegnamento del Vangelo- prosegue- è chiaro: si deve pregare sempre, anche quando tutto sembra vano. […] Ci sono dei momenti bui, nella nostra vita e in quei momenti la fede sembra un’illusione. Ma praticare la preghiera significa anche accettare questa fatica.

Grazie alla preghiera non saremo mai soli, “il cristiano che prega non teme nulla, si affida allo Spirito Santo, che è stato dato a noi come dono e che prega in noi, suscitando la preghiera. Che sia lo stesso Spirito Santo, Maestro di orazione, a insegnarci la strada della preghiera.”

Share Button

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.