Siate sempre vigili e pronti all’incontro con Dio che può venire all’improvviso

L’Angelus di Papa Francesco oggi in Piazza San Pietro è stato un invito allariflessione sulla vita eterna, iniziata in occasione della Festa di Tutti i Santi e della Commemorazione dei defunti “

Il vangelo su cui concentrarci oggi è quello di Matteo 25, 1-13, che parla delle dieci vergini che attendono lo sposo.

“ Ai tempi di Gesù-esordisce il Pontefice- c’era la consuetudine che le nozze si celebrassero di notte; pertanto il corteo degli invitati doveva procedere con le lampade accese. Alcune damigelle sono stolte: prendono le lampade ma non prendono con sé l’olio; quelle sagge, invece, assieme alle lampade prendono anche dell’olio ”.

Ovviamente questo racconto è una metafora, il matrimonio sta a rappresentare il Regno dei Cieli, e lo sposo che le damigelle aspettano indica Dio, l’incontro con Lui.

Le donne si addormentano perché lo sposo ritarda, e quando sta per arrivare quelle senza olio ne chiedono alle altre, che rifiutano per non rimanere senza anch’esse, “perché non basterebbe per tutte ”.

Le invitano quindi ad andare a comprarlo, ma mentre le stolte si allontanano affrettandosi, lo sposo arriva “ le ragazze sagge entrano con lui nella sala del banchetto, e la porta viene chiusa. Le altre arrivano troppo tardi e vengono respinte ”

Spiega Francesco “ È chiaro che con questa parabola, Gesù ci vuole dire che dobbiamo essere preparati all’incontro con Lui. ” Infatti il versetto 13 recita “Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora. ”

Ma ci possono essere anche dei piccoli incontri quotidiani, continua, per i quali “ non basta la lampada della fede, occorre anche l’olio della carità e delle opere buone .”

Le buone azioni dunque, sempre, prenderci cura degli altri attraverso la carità tutti i giorni, rivolti al futuro, non concentrati solo al presente: “ Dobbiamo vivere l’oggi, ma l’oggi che va verso il domani, verso quell’incontro, l’oggi carico di speranza. ”

Perché se anche il Signore dovesse arrivare mentre dormiamo, abbiamo accumulato abbastanza con le opere buone e siamo pronti all’incontro.

Share Button

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.