Papa Francesco è disponibile ad andare in Iraq

Papa Francesco è disponibile ad andare in Iraq
Tanti i temi trattati da Papa Francesco nel corso della conferenza stampa tenutasi a bordo dell’aereo durante il ritorno dal viaggio apostolico in Corea: dai problemi dell’Oriente, a quelli del Medio Oriente, raccontando pur le sue vacanze romane e i programmi per il prossimo futuro.

Inizio e fine della conferenza stampa è stato il popolo coreano, che il Pontefice ha detto essere stato fonte di grande emozioni, che ha provato particolarmente nell’incontrare le donne superstiti dalla deportazione in Giappone durante la seconda guerra mondiale. Quello coreano è un popolo ricco di dignità, che ha saputo esprimere anche nel dolore e nella tortura.

Questa ultima, in particolare, è “un peccato contro l’umanità“: “torturare una persona è peccato mortale, è molto grave” ha detto riferendosi non solo ai fatti che avvengono nelle guerre ma anche ai processi giudiziari e dell’intelligence.

Incalzato dalle domande dei giornalisti Bergoglio ha poi espresso la sua opinione sui due temi scottanti del momento: la guerra in Iran e quella in Iraq. Riferendosi alla situazione irachena, il Pontefice ha detto che “è lecito fermare l’aggressore ingiusto” pur sottolineando, a scanso di equivoci, che fermare non significa “bombardare“: secondo il Santo Padre si deve “valutare i mezzi con cui farlo” ed è importante questa decisione sia condivisa da tutti gli stati e non presa per iniziativa di uno solo o pochi. Riferendosi a un suo viaggio in Iraq, ha detto poi “sono disposto ad andare” precisando tuttavia che “in questo momento non è la cosa migliore da fare“.

Parlando invece della situazione in Israele, il Papa ha detto che nell’incontro a Roma tra Abu Mazen e Peres si è aperta una porta, una porta che, nonostante ora non si veda quasi per il fumo delle bombe, rimane aperta attraverso il quale il Signore guarda in attesa di vedere giungere le parti in causa: “senza preghiera, non c’è negoziato né dialogo” e per questo l’incontro in Vaticano è stato “un passo fondamentale di atteggiamento umano“.

Quanto, invece, ai progetti per il 2015, Bergoglio ha confermato la propria presenza a Philadelphia, per l’incontro mondiale delle famiglie, cui si potrebbero aggiungere Washington e New York. Rimangono in forse Spagna e Messico.

Infine, come già in passato, il Papa ha confermato che se sentisse venir meno le forze per governare la Chiesa anche lui farebbe la scelta di Benedetto XVI.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

9 Commenti

Giacommo il 20 Agosto 2014 alle 9:00 pm.

eu cred Sfantul Papa ca un visător este un om cu un talent extraordinar. Cu toţii am făcut ore de desen la şcoală, dar numai cei talentaţi au devenit pictori. Nu oricine are dorinţe este considerat un visător. Visătorul are talentul, puterea de a amorsa procesele de rezonanţă prin care să atragă susţinerea întregului Univers, pentru a face posibilă împlinirea visului său. Nu oricine visează are această putere, de a determina Universul să se mişte în direcţia materializării visului său! De aceea sînt atît de valoroşi visătorii!

Un visător este un om fericit, un om împlinit chiar dacă nu va avea niciodată nimic mai mult în afară de visul său.

Poţi spune că eşti un visător? Dacă da, care este visul d,voastra Sfantul Papa Francesco I – Jorge Mario Bergoglio? Acum la ce visati???????

Rispondi

Sofia il 20 Agosto 2014 alle 5:26 pm.

Caro Papa Francesco ,spero di avere un giorno la gioia di incontrarLa , abraciarLa ed aver la possibilità di confessarMi con Lei Santo Padre 🙂
L’osou che probabilmente sono tantissimi a chiederLe di incontrarLa, ma se gli resta quel pocchino di tempo per confessarMi, BenedirMi è consigliarMi sarreì FELLICISSIMA , se ciò non è possibile capisco ,sono felice l’ostesso sapendo che è sempre vicino a noi anche con la Preghiera.
Abbi cura di Se che abbiamo bisognio di Santo Papa Francesco,
Grazie e chiedo scusa per tutti errori in ortografia.

Un abraccio
Sofia Krawzyk

Rispondi

Giuseppe il 19 Agosto 2014 alle 6:48 pm.

Santità’ , preghiamo per lei ed i suoi cari prematuramente scomparsi , le siamo vicini con affetto per tutto quello che quotidianamente ci dona , che il buon Dio
protegga lei e tutte le persone di buona volontà’ , Giuseppe Palluotto e famiglia .

PS. Non avevo mai letto il Vangelo adesso lo faccio spesso , grazie papa Francesco

Rispondi

iosina il 19 Agosto 2014 alle 2:46 pm.

Ciao papa Francwsco mi dispiace tanto per la perdita delle persone a te tanto care ti mando un abbraccio fortissimo t.v.b

Rispondi

sara il 19 Agosto 2014 alle 12:25 pm.

Concordo con S. Padre, per isolare il male non va presa iniziativa da uno o pochi, ma da tanti e se possibile da tutti. Aver creato ONU è la cosa più giusta che ha fatto l’ umanità, almeno che tutto congresso non impazzisse e si lascia influenzare dal male. Speriamo che questo non accadi mai che abbiano il buon senso che si affidano a quella coscienza che DIO c’ha donato. Certo la cosa migliore sarebbe eliminare le armi, che purtroppo rende l’uomo cieco , si pensa alla potenza essa comporta senza prendendo in considerazione che va puntata contro l’umanità.
Il fatto che il papa abbia portato al termine il programma in Corea in modo eccellente e non sia andato in Iraq:- 1 l’ho già spiegato sopra – 2 per andare sul posto bisogna essere invitati….
Poi sono dell’ idea che la Corea non è nella situazione migliore, solo perchè non vediamo volare una bomba . A volte è meglio prevenire che curare!
A quanto riguardo Gaza, ne sono convinta di quello che dice il papa, che una porta si è aperta e sarà difficile che si chiuderà, perchè tutto dipende dalla cultura. Lì in quel momento , nei giardini Vaticano è stato dimostrato che si può vivere nella diversità e nello stesso tempo uniti. L’ uomo non può più dire non l’abbiamo conosciuto e non sappiamo di cosa si parli, è come negare se stesso. DIO si è fatto conoscere ,sta a l’uomo scegliere. E sono dell’idea per fare la pulizia della casa ,all’inizio si fa un gran disordine che si sposta tutto per poter pulire e poi si mette tutto in ordine, mi auguro che lo potesse essere così in medio oriente . Purtroppo per la testardaggine dell’ uomo ci vanno di mezzo un sacco di Vittime.
Ho un consiglio da darvi fino a quando il Signore c’è lo permette , aprite le orecchie e ascoltatelo bene questo papa che ci sta dicendo tante cose ed è peccato perdere ogni sua parola, che non hanno niente che fare con indottrinamento, parla su cose tangibile che tutti possiamo sperimentare. Infatti dico di ascoltare e non obbedire alla sua parola, ma di ragionare cosa ci voglia dire e chiedersi di cosa si tratti? Che una volta compreso il significato e se lo sentiamo che è una cosa buona viene automatico a mettere in pratica , perchè è una chiarezza dentro di noi. Affidiamoci al Signore, non ci arrendiamo prima di non averlo conosciuto. Che il Signore ci Benedica!(^_^)”

Rispondi

Cannizzo Sebastiano il 19 Agosto 2014 alle 6:32 am.

La verità è che ad ogni Conclave per l’elezione di un Papa,c’è l’assistena dello Spirito Santo per eleggere il Papa che ci vuole in quel tempo.
Papa Francesco,infatti,è il Papa che ci voleva ora e ogni giorno dimostra la Sua santità.

Rispondi

io laura il 19 Agosto 2014 alle 6:05 am.

mi sembra piu’ giusto l’Iraq che la corea

Rispondi

Rita Cabras il 19 Agosto 2014 alle 6:15 pm.

Sinceramente addolorata per la grave perdita che ha toccato papa Francesco.: è accadrà negli ultimi tempi che due saranno nei campi, uno sarà preso l’altro sarà lasciato. Sono tempi messianica e quello di papà Francesco èè un dolore che non miè sconosciuto avendo da poco perso nello stesso modo mia sorella e mio cognato: erano insieme. La preghiera per un pessimo elemento quale io sono è quotidiana come gli attacchi a questa classe politica corrotta. Sono oltre 2.700 gli Italiani che a causa di una crisi-truffa si sono tolti la vita! 2.700, nel silenzio complice dei media. Indegnamente prego per tutti e segnatamente per la conversione di tutti coloro che governano le nazioni e i popoli. Il Signore Sia lodato e vi benedica tutti. Rita

Rispondi

Cristina il 18 Agosto 2014 alle 9:36 pm.

è “un peccato contro l’umanità“: “torturare una persona è peccato mortale, è molto grave” ha detto riferendosi non solo ai fatti che avvengono nelle guerre ma anche ai processi giudiziari e dell’intelligence.

Allora voi come organizzazione , siete pieni di peccato sin dalla fondazione della Chiesa Cattolica

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.