Papa Francesco spiega il significato della speranza cristiana

Papa Francesco spiega il significato della speranza cristiana

Ci credo davvero che il Signore è risorto?” È questa una delle domande che Papa Francesco ha invitato a farsi ai fedeli presenti nella Cappella della Casa Santa Marta: il Santo Padre, commentando le Letture del giorno ha sottolineato come ogni cristiano sia chiamato ad annunciare la Parola di Dio, a essere testimone così come lo furono gli Apostoli.

Quando Giovanni e Pietro sono stati portati al Sinedrio, dopo la guarigione dello storpio, e i sacerdoti hanno proibito loro di parlare di questo nome di Gesù, della Resurrezione – ha detto Papa Francesco facendo diretto riferimento ai brani del Vangelo di oggi (At 13,26-33; Gv 14,1-6) – loro con tutto il coraggio, con tutta la semplicità dicevano: ‘Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato’.

Questo, ha ulteriormente spiegato Bergoglio, è “l’annuncio“. Annunciare il Vangelo non è compito solo dei sacerdoti e dei vescovi ma di ogni cristiano poiché “noi cristiani per la fede abbiamo lo Spirito Santo dentro di noi, che ci fa vedere e ascoltare la verità su Gesù, che è morto per i nostri peccati ed è risorto. Questo è l’annuncio della vita cristiana: Cristo è vivo! Cristo è risorto! Cristo è fra noi nella comunità, ci accompagna nel cammino“.

A questo punto Francesco ha invitato i fedeli presenti a chiedersi cosa voglia dire tutto questo: “Cosa vuol dire questo? Come prepara il posto Gesù? – ha chiesto il Vescovo di Roma – Con la sua preghiera per ognuno di noi. Gesù prega per noi e questa è l’intercessione. Gesù lavora in questo momento con la sua preghiera per noi. Così come a Pietro ha detto una volta ‘Pietro io ho pregato per te’, prima della passione, così adesso Gesù è l’intercessore fra il Padre e noi”.

Invitando a fare un esame di coscienza ha dunque concluso l’omelia dicendo: “possiamo domandarci, ognuno di noi: com’è l’annuncio nella mia vita? Com’è il mio rapporto con Gesù che intercede per me? E com’è la mia speranza? Ci credo davvero che il Signore è risorto? Credo che prega per me il Padre? Ogni volta che io lo chiamo, Lui sta pregando per me, intercede. Credo davvero che il Signore tornerà, verrà? Ci farà bene domandarci questo sulla nostra fede: credo nell’annuncio? Credo nell’intercessione? Sono un uomo o una donna di speranza?“.

Il cristiano – infatti – è una donna, è un uomo di speranza, che spera che il Signore torni”. Tutta la Chiesa, “è in attesa della venuta di Gesù: Gesù tornerà. E questa è la speranza cristiana”.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Ferdinando Acone il 23 Aprile 2016 alle 11:43 pm.

Ciao AMICO MIO, perdonami se sono diretto, ma vorrei strapparti una preghiera
affinche’ io riesca a trovare un lavoro.Sai e ‘ ormai da 2010 che non riesco piu’ ad essere un uomo e Padre degno di questa parola.Purtroppo cerco di farmi forza ,ho due bimbe 10 e 6 anni GIORGIA E GAIA ho mia moglie MARIA che proprio ieri gli hanno fatto un contratto part-time di 450euro mensili in una mensa che pero’ lavorera’ solo in alcuni mesi dell’anno. E’ UNA PICCOLA LUCE DA 6 ormai lunghi anni, RINGRAZIO LA Madonnina di Medjugorie. Sono stato licenziato dal 2010, o meglio scaduto il contratto non l’hanno rinnovato, lavoravo come tecnico operatore TV in una televisione. CARO PAPA FRANCESCO HO PAURA DI NON FARCELA ,l’8 maggio ho la comunione di mia figlia GIORGIA qui a Qualiano (NA), NON SO SE RIUSCIRO’ a mettere insieme il necessario per fargli una festa…sto male,io e la mia famiglia abbiamo purtoppo abbiamo perso il potere d’aquisto da diversi anni,(CREDIMI FRANCESCO quando ti ritrovi in una giornata a dover sceglie se comprare i panini o la carta igienica e’ veramente il COLLASSO, QUESTO VOLEVO SCRIVERLO AL sig renzi, ma lui ci racconta di fare tutto per i giovani,MA per un uomo di 46 anni come me che ha due piccole giovani…non vale^ .cerco di essere combattivo ma vedo che e ‘ sempre piu’ difficile. NON VOGLIO SOLDI, se solo leggerai questa lettera saro’ piu’ forte.Avevo tanti sogni e’ passato tempo,e ho paura di fermare anche quelli delle mie piccole,prega per me e la mia FAMIGLIA ti prego…. TI HO VISTO A SCAMPIA CARO FRANCESCO mi hai dato FORZA CON LE TUE PAROLE, RISPONDIMI TI PREGO, TI VOGLIO BENE AMICO MIO. FERDINANDO ACONE. Via ANTICA Consolare Campana 24B Qualiano 80019(NA) ITALY. 333.804.90.98 provideo5@libero.it

Rispondi

Celia Iniesta il 23 Aprile 2016 alle 8:09 pm.

Buenas tardes,

Yo creo, en la palabra de Dios,y,en la verdad del camino de Jesucristo. Jesucristo es el amigo que nunca falla.El hijo de Dios, el profeta de lo divino.Maestro de maestros. Un espíritu sin maldad, rebosante de amor y ternura. Con un corazón tan bello, que es inevitable que el alma se emocione. Un ser puro con una palabra que se cumple.Dios cumple sus promesas.
Volverá.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 23 Aprile 2016 alle 8:50 am.

Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato—-Grazie S.Giovanni e S. Pietro per non avere taciuto, grazie anche a voi che oggi
io posso professare il cristianesimo.—Chiedo a Gesu’ il dono di credere che LUI pensa a me, sono consapevole della mia umanita’, allora chiedo
a LUI, Lo disse; qualunque cosa chiederete nel mio nome vi sara’ data,
chiaramente che sia per il nostro bene e quello degli altri.—–Ivana Barbonetti.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.