Riflessioni di Papa Francesco

Ricordatevi questo: pregare lo Spirito Santo perché ci aiuti!

Ricordatevi questo: pregare Spirito Santo perché ci aiuti!

Ricordatevi questo: pregare Spirito Santo perché ci aiuti!

Nella consueta riflessione prima della preghiera mariana dell’Angelus, Papa Francesco, prendendo spunto dalle Scritture di oggi ha invitato tutti i fedeli presenti in Piazza San Pietro a ricordare, nella preghiera, lo Spirito Santo e a “porre sotto l’azione dello Spirito Santo la nostra vita di cristiani e la missione, che tutti abbiamo ricevuto in virtù del Battesimo“.

Oggi la liturgia celebra il Battesimo di Gesù, nel Giordano, per mano di Giovanni il Battista: da qui inizia il cammino pubblico di Gesù, ma inizia anche un nuovo cammino per tutta l’umanità.

Il Santo Padre ha infatti fatto notare come, nel momento in cui Gesù viene battezzato, “il cielo si apre“: fino alla venuta del Signore i cieli erano chiusi, indicando con questa affermazione “la separazione tra Dio e l’uomo, conseguenza del peccato“.

Il peccato ci allontana da Dio – ha spiegato il Vescovo di Roma – e interrompe il legame tra la terra e il cielo” mentre “i cieli aperti indicano che Dio ha donato la sua grazia perché la terra dia il suo frutto“: a far data dal battesimo di Gesù, “la terra è diventata la dimora di Dio fra gli uomini e ciascuno di noi ha la possibilità di incontrare il Figlio di Dio – ha detto – sperimentandone tutto l’amore e l’infinita misericordia“.

E dove possiamo incontrare Gesù anche oggi, ogni giorno – si è quindi chiesto il Pontefice: Gesù “lo possiamo incontrare realmente presente nei Sacramenti, specialmente nell’Eucaristia. – ha commentato – Lo possiamo riconoscere nel volto dei nostri fratelli, in particolare nei poveri, nei malati, nei carcerati, nei profughi: essi sono carne viva del Cristo sofferente e immagine visibile del Dio invisibile“.

È il battesimo di Gesù, che non è solo un rito di purificazione ma anche di rinascita grazie alla discesa dello Spirito Santo, simboleggiato dalla colomba, il momento in cui si inaugura la missione di Gesù, che “è la nostra salvezza“: “lo Spirito Santo che ha animato interamente la vita e il ministero di Gesù – ha aggiunto Francesco – è il medesimo Spirito che oggi guida l’esistenza cristiana, l’esistenza di uomo e di una donna che si dicono e vogliono essere cristiani“.

Per questo è importante non dimenticare nella nostra preghiera lo Spirito Santo: “noi spesso preghiamo Gesù; preghiamo il Padre, specialmente nel “Padre Nostro”; ma non tanto frequentemente preghiamo lo Spirito Santo, è vero? È il dimenticato. – ha concluso Bergoglio – E abbiamo bisogno di chiedere il suo aiuto, la sua fortezza, la sua ispirazione” nonché “porre sotto l’azione dello Spirito Santo la nostra vita di cristiani e la missione, che tutti abbiamo ricevuto in virtù del Battesimo.

Taggato , ,

Informazioni su Redazione

8 pensieri su “Ricordatevi questo: pregare lo Spirito Santo perché ci aiuti!

  1. Il nostro cuore è con Papa Francesco sempre, preghiamo lo Spirito Santo, il Padre e il Figlio, esortiamo la Vergine Maria e tutti i Santi affinché lo sostengano, lo proteggano e lo assistopano nel suo cammino e lo preservino da ogni pericolo, insieme a tutti coloro che lo accompagnano. Che nessuno OSI nuocergli o anche solo sfiorarlo. È troppo prezioso per tutti gli uomini di buona volontà. Signore ascolta le nostre preghiere e donagli i tuoi doni e soddisfa le sue preghiere per la pace, la concordia e l’aiuto ai più bisognosi. Amen.

  2. Caro Papa Francesco è possibile che fino all’Omelia del battesimo di Gesù non avevo ben capito il significato: “il cielo si apre”. Io ho sempre pensato che il cielo si aprì per onorare Gesù, mai avevo compreso che era chiuso per colpa del peccato? Allora ho sempre dedotto che, erano solo gli Ebrei i detentori, cioè i Sacerdoti del popolo del regno di DIO, che meritavano la salvezza. E di conseguenza io pensavo che eravamo solo noi Pagani, gli esclusi? Invece ho capito finalmente il tuo messaggio che, a partire dalla creazione di Adamo ed Eva, il cielo si è chiuso con il peccato di loro due? Quindi è stato riaperto dopo il battesimo di Gesù, cioè il NUOVO ADAMO? Di conseguenza Maria sua Madre, che è nata senza peccato originale, ed ella è, la NUOVA EVA? Ecco ora comprendo anche gli Ebrei con la legge di Mosè non erano degni nemmeno loro, di entrare ad occhi chiusi, nel regno di DIO, facendo parte della stirpe di Abramo? Quest’ultimo ebbe due figli il primo fu Ismaele che, partorì dalla schiava Egiziana Agar, e formò un ramo di stirpe. Invece quella eletta era quella di Isacco che, è nato dalla moglie Sara, che poi la stirpe discese fino a Gesù, che è il Cristo – cioè il Messia -. Ora mi si sono aperti gli occhi, ed anche le orecchie! Certo Voi Sacerdoti avete studiato, io Cattolico Credente ascolto le Omelie però, ci sono frasi che non posso chiedere spiegazione al Sacerdote mentre è sul pulpito che predica? Ecco la difficoltà di interpretazione incompleta che io avevo fino ad oggi. Cioè manca la possibilità di fare domande, mentre il Sacerdote predica! Questa è stata la mia “ignoranza” fino ad oggi? Adesso comprendo il significato “il cielo si apre”. Grazie Papa Francesco, è stato un passo in avanti per la mia cultura di credente Cristiano! Spero che prima di presentarmi davanti al Giudice Supremo Gesù, io sia bene indottrinato altrimenti, mi dirà, ma che “somaro” sei stato a non comprendere che DIO da quando Gesù si fece “battezzare”, la voce del Padre Celeste disse: questi è il mio Figlio Prediletto, in lui ho posto il mio compiacimento, Ascoltatelo! Poche parole ma, grande significato, che io solo oggi ho ben compreso! Invece io ho sempre creduto, senza sapere di preciso quello che dovevo capire subito: grazie Papa Francesco della spiegazione! Ciao a presto

    1. Bravo, perché hai spiegato bene il tuo pensiero e aiuti anche noi. Ricordo che in tutte le parrocchie, in genere, ci sono le lectio divine che su varie tematiche danno a chi vuole didialogare e chiedere la possibilità di fugare dubbi umani.

  3. Lo Spirito Santo… Possa aiutarci ogni giorno…nella lotta contro il male. Aiutiamoci con la preghiera…aiutiamoci,con le visite Al Santissimo… aiutiamoci, con l’umiltà, con la carità… e sopratutto resistendo è dicendo no’.. alle tentazioni. Il male, essendo un potere, potremmo da soli, non farcela… Ma con l’aiuto dello Spirito Santo, sono sicuro.. di si..!!

  4. lo Spirito Santo esiste ed è concreto.si manifesta in diversi modi: 1 più frequente ,con un profumo intenso ,dandoti la sensazione di essere sopra a ogni cosa di male e sentirti come fuori dal mondo pur vedendo che sei nel mondo e non senti né odio e né altro di negativo. poi farà risorgere i corpi alla fine dei tempi

  5. mi piace questo invito a pregare lo Spirito Santo, sopratutto ora che si parla di guerra santa.
    è tempo di parlare di pace, attraverso richiami importanti come la preghiera cristiana allo Spirito Santo

  6. Caro papa Francesco grazie, con oggi dopo o prima la preghiera della Divina Misericordia e il Santo Rosario, recitero la preghiera allo Spirito Santo e ogni venerdì la coroncina allo Spirito Santo, non mancheranno le preghiere per Lei e buon viaggio. Grazie Primiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.