Sono un cristiano della luce, del grigio o un figlio delle tenebre?

Sono un cristiano della luce, del grigio o un figlio delle tenebre?

Nell’omelia del lunedì Papa Francesco ha affermato che esistono tre differenti tipologie di persone: i figli della luce – ovvero coloro che vivono secondo gli insegnamenti di Gesù con misericordia, carità e perdono -, i figli delle tenebre – che si distinguono subito per il modo di parlare incentrato sulla mondanità, sulle cose sporche e sull’ipocristia – e infine i cristiani del grigio, quelli che non sono né figli della luce né figli delle tenebre.

L’omelia del Pontefice ha preso spunto dalla Prima Lettura (Ef 4, 32 – 5, 8) per far notare come dalle parole che si dicono si possa subito distinguere che tipo di persona si ha davanti a sé: innanzitutto non viene “dallo Spirito Santo, non viene da Gesù” una parola “ipocrita” ovvero che va “un po’ di qua, un po’ di là, per stare bene con tutti“, o ancora una parola “senza sostanza” piuttosto che una “parola volgare, triviale, cioè mondana”o “una parola sporca, oscena“.

Chi usa queste parole, chi si esprime in questo modo non appartiene ai “figli della luce” poiché tutte queste parole “non sono parole evangeliche … questo modo di parlare, sempre parlare di mondanità o di cose sporche o di vacuità o parlare ipocritamente” non è il modo di vivere che ci ha insegnato Gesù.

Nella prima lettura, infatti, l’Apostolo Paolo è chiaro in questo, laddove dice: «Fatevi imitatori di Dio: camminate nella carità; camminate nella bontà; camminate nella mitezza» ha  detto il Vescovo di Roma continuando a leggere «Siate misericordiosi – dice Paolo – perdonandovi a vicenda, come Dio ha perdonato voi in Cristo. Fatevi, dunque, imitatori di Dio e camminate nella carità». “Chi cammina così…” cioè chi cammina “nella misericordia, nel perdono, nella carità” è un figlio della luce, ovvero un discepolo di Gesù, un cristiano.

Esiste tuttavia una zona grigia tra i figli della luce e i figli delle tenebre, ovvero quelli che si potrebbero chiamare “i cristiani del grigio“: sono quei cristiani che seguono la propria convenienza, che “una volta stanno da questa parte, un’altra da quella. – ha detto il Papa – La gente di questi dice: ‘Ma questa persona sta bene con Dio o col diavolo?’”. Questi cristiani sono “sempre nel grigio… sono i tiepidi… non sono né luminosi né oscuri…e questi Dio non li ama” poiché la loro “testimonianza alla fine semina confusione, semina una testimonianza negativa“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

14 Commenti

Giuseppe Alari il 2 Novembre 2014 alle 4:51 pm.

Ogni essere umano deriva da un gesto d’amore tra uomo/donna, e le donne madri sono state scelte da DIO, che si è fidato dell’uomo, e che alcuni Cristiani grigi confondono con il sesso, che è l’autore delle creature umane? I Cristiani grigi, loro credono, e sono convinti che, gli uomini sono nati dal caso, come certe teorie fasulle, esempio: quella del Big Bang, e che DIO non centra; sbagliato questo loro concetto di incredulità, che oggi va di moda, cioè credere che sia un’invenzione della Chiesa Cattolica Cristiana, che ha inventato la storia di Adamo ed Eva. Invece essi non conoscono, e soprattutto non credono nella Bibbia, e neppure al Vangelo di Gesù, che tante volte Lui uomo/DIO, ha combattuto con satana. Era il più bell’Angelo Lucifero del cielo, e che si è ribellato al creatore, e lui con molti altri angeli suoi seguaci, è stato cacciato dal Paradiso. Ed io apprezzo l’Amore di DIO che egli ha, e che Lui non può distruggere nessuna delle sue creature, il suo amore glielo impedisce, cioè quando egli crea qualcosa, egli la ama, e non la può distrugge, anche se poi risulta che è cattiva; ma la trasforma dandogli altri seguaci, per non abbandonarli soli nel buio assoluto, cioè senza la sua sfolgorante luce. Sono convinto che, se satana chiedesse perdono, e con lui tutti gli ex angeli, egli nella sua grandezza li accoglierebbe di nuovo nel suo Regno eterno. Però sono altrettanto stra convinto che satana, mai farà la richiesta di perdono. Quindi DIO sa già che satana avrà molti seguaci umani alla sua dannazione eterna. Ecco spiegato che chi è Cristiano grigio, non si convincerà mai di sbagliare per il semplice motivo che, si crede lui stesso un dio. La fine dei nostri tempi, DIO, e Gesù suo Figlio, e lo Spirito Santo, sono sicuro che anche loro sanno già il giorno che Lui verrà dal cielo, in questa terra, per giudicare chi andrà per la vita eterna, e chi andrà all’opposto. Ma quando gli è stata rivolta a Gesù la domanda: quando avverrà questa fine dei tempi, Lui, per me, lo sapeva già questa data, ma per non scoraggiare nessun uomo/donna ha tagliato corto. Dicendo: solo al Padre Celeste e dato di sapere quando verrà la fine dei tempi. Io non ho premura di vedere il suo meraviglioso creato, che senz’altro è più bello di quello che noi vediamo, e molti Cristiani grigi vorrebbero rimanere in questo mondo per sempre? Oppure non hanno bene capito che noi tutti, siamo come un cerino, che una volta sfregato non lo si può più usare, ma solo bisogna gettarlo via. Tutti i Cristiani grigi sono come il cerino descritto sopra, ma sarà troppo tardi, e che nessuno di loro più, potrà mai tornare indietro. Ecco la mia disperazione, che io ho nel mio cuore, che loro, i Cristiani grigi, non comprendono, e non vogliono comprendere, e mettono la testa sotto la sabbia, come gli Struzzi, per non vedere, e non si accorgono che hanno tutto il corpo allo scoperto, cioè vulnerabile agli attacchi di satana. Il demonio è molto furbo, altro che fa credere loro, che lui non esiste, quando lo vedranno, sarà per loro troppo tardi. Io ammiro ed invidio, i tre Pastorelli di Fatima che loro quando erano in questa terra, la Santa Vergine Maria, gli ha fatto vedere l’inferno, certo che Lei li ha protetti, ma quello che io voglio dire è, che l’inferno non è un invenzione della Chiesa, ma è la furbizia di satana che gli sprovveduti preferiscono credere che è una favola dei Sacerdoti, e che per loro non è la verità. Come fare ora per dissuadere i Cristiani grigi, dalla loro corrotta da miscredenti? Io non so più cosa scrivere, per convincerli, tanto dico a me stesso, non mi crederanno mai. Però almeno davanti a Gesù io mi sento scagionato per la loro insistente incredulità e condotto disdicevole. Per oggi finisco qui, ma domani avrò altro da scrivere? Non lo so ciao a presto

Rispondi

sara il 28 Ottobre 2014 alle 1:21 pm.

Amerai DIO con tutto il cuore , con tutta la tua mente e con tutta l ‘anima, vuol dire :
-Cuore= mettere al centro Gesù…
-Mente= conoscere Gesù…
-l’Anima = camminare o crescere con Gesù…
Se agiamo in questo modo scopriremo una risorsa in noi inimmaginabile , cioè l’uomo può sfidare l’altro l’uomo , ma non DIO.
In pratica, possono pure uccidere il corpo, mettendola nel drammatico, ma non ci si lascia vincere dai ricatti del male. Sarà DIO stesso che si prenderà le tue difese a tempo debito .
Poi il giudizio di DIO non si può paragonare con il giudizio dei uomini.
Giudizio di DIO è l’Amore infinita.
Cioè quando incomincia a entrare la Luce Divina nella tua vita, là ci si rende conto di quanto siamo schiavi del male.
E chi ha avuto la Grazia dell’Incontro con Gesù, sa’ cosa si voglia dire, cioè parlo di conversione, credo che più di uno l’abbia sperimentata compreso la sottoscritta, ci si crolla in un pianto liberatorio e di vergogna di quanto tempo abbiamo perso nel fare del male. Questa è la Giustizia Divina, con la Sua Luce vedere il male. E il vedere il male non è una cosa di poco conto.
Tanto per fare un esempio quanti si sono suicidati, perchè non si sopporta il rimorso nella coscienza ed è ovvio chi cadde in questo atto, cadde ulteriore errore del orgoglio, invece che essere umili di affidare il peso al Signore.
Affidare il peso al Signore vuol dire lasciarci trasformare e amalgamare da LUI, questo è camminare con LUI.
Infatti chi ha avuto la Grazia di avere l’ incontro con Gesù, 1 incomincia a vivere, 2 non vuol dire che il male sparisce in un Amen, no , c’è un lavoro da fare, Mettendo a Centro Gesù ad ogni passo che facciamo che allora ci accorgiamo che è tutto un guadagno per noi stessi! Buonagiornata

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.