L'unità è accoglienza; mai sottomissione né assorbimento
Riflessioni di Papa Francesco

L’unità è accoglienza; mai sottomissione né assorbimento

L’ecumenismo, vero cuore della Visita Apostolica in Armenia, è stato nuovamente al centro della riflessione del Santo Padre nella Divina Liturgia, celebrata nella Cattedrale Apostolica Armena di Etchmiadzin: gli “apostoli Bartolomeo e Taddeo, che proclamarono per la prima volta il Vangelo in queste terre, e i santi Pietro e Paolo, che diedero la vita per il Signore a Roma“, di cui sono…

Continua a leggere

Papa Francesco agli Armeni: siate messaggeri di comunione
Riflessioni di Papa Francesco

Papa Francesco agli Armeni: siate messaggeri di comunione

I tanti martiri del popolo armeno, ha detto Papa Francesco nel corso dell’Incontro ecumenico con il Catholicos Karekin II, nella Piazza della Repubblica di Yerevan,  “hanno sigillato col sangue la comune fede in Cristo“: essi “sono le nostre stelle in cielo, che risplendono su di noi e indicano il cammino che ci resta da percorrere in terra, verso la comunione…

Continua a leggere

Cristiani siano lievito di comunione, consolazione e misericordia
Riflessioni di Papa Francesco

I cristiani siano lievito di comunione, consolazione e misericordia

Nel giorno in cui la Chiesa celebra la festa della Santissima Trinità, Papa Francesco, durante la propria riflessione all’ora della preghiera mariana dell’Angelus, ha spiegato come “Dio è una “famiglia” di tre Persone che si amano così tanto da formare una sola cosa“.  Comprendere questo mistero di “Dio-comunione ci chiama a comprendere noi stessi come esseri-in-relazione – ha aggiunto il Santo…

Continua a leggere

La gloria del Vangelo: senza fragore, guadagno e applausi
Riflessioni di Papa Francesco

La gloria del Vangelo: senza fragore, guadagno e applausi

Circa 7 mila persone appartenenti alle Comunità del Cammino Neocatecumenale hanno incontrato oggi Papa Francesco presso l’Aula Paolo VI in Vaticano: con l’occasione il Santo Padre ha benedetto anche 270 famiglie, che partiranno per 56 missio ad gentes nei cinque i continenti, invitandole a rimanere sempre uniti come figli alla Chiesa e rispettosi dei “semi di grazia” che lo Spirito…

Continua a leggere

Amare e perdonare sono i segno concreti del Giubileo
Riflessioni di Papa Francesco

Amare e perdonare sono i segno concreti del Giubileo

Papa Francesco durante l’Udienza Generale del Mercoledì ha proseguito la propria catechesi sul Giubileo della Misericordia: durante la riflessione odierna il Santo Padre ha approfondito, in particolare, sui segni interiori di questo anno di grazia, ovvero amare e perdonare, e sul significato di quelli esteriori, ovvero la Porta Santa e la Comunione.

Come si riconosce se uno è un vero cristiano?
Riflessioni di Papa Francesco

Come si riconosce se uno è un vero cristiano?

Papa Francesco nella propria riflessione di oggi che ha preceduto la preghiera del Regina Coeli ha spiegato la parabola della vite e dei tralci: quando siamo intimamente uniti a Gesù, riceviamo i doni dello Spirito Santo e “da questi atteggiamenti si riconosce se uno è un vero cristiano, come dai frutti si riconosce l’albero“.